quello che suono

The Blues Brothers

Non vale per tutti, ma sicuramente l’idea di avere alcuni film in cui si è nerdissimi vale per molte delle persone che conosco.
Attualmente, il termine Nerd è abusato un po’ come Graphic Novel, però me ne frego e lo uso lo stesso.
Due sono i film di cui sono nerdissimo sin dalla più tenera età: Ghostbusters e Blues Brothers, tutti e due accomunati da un attore -Dan Aykroyd- che, chiaramente, ho considerato il mio attore preferito per molti anni.

Coi Blues Brothers ho un rapporto molto stretto e profondo, e può essere espresso abbastanza facilmente con una vignetta di Pioggia D’Estate:

Anche a rivederlo oggi, provo sempre una forte emozione per quella sequenza, e, successivamente, per quella del concerto finale.

Di mio, non amo vedere film a testa bassa, devo sempre avere gli occhi rivolti verso la tv, fisso. Gli unici film a cui concedo il privilegio della “non-concentrazione” sono quelli che conosco a memoria, che se anche perdo una sequenza in realtà la rivivo pienamente anche con le sole parole.

Questi film, fondamentalmente, sono Ritorno al Futuro, Ghostbusters, Blues Brothers, Jesus Christ Superstar e i Goonies. I Blues Brothers più di tutti. Rivisti fino alla settimana scorsa mentre disegnavo.

Così, l’idea di vederli per l’ennesima volta, ma al cinema, era particolarmente eccitante, l’esperienza finale che mi mancava per un film che ha attraversato tutte le fasi nella mia vita, dalla musicassetta alla videocassetta registrata su RaiUno (di notte) per arrivare al DVD, con in mezzo due o tre In the Rock in cui mi sono divertito a cantare alcune di quelle canzoni.

Oyea!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Lucio Dalla

Se ne è parlato tanto.
Di mio, mi ha ricordato un po’ di cose, non belle. E ho voluto omaggiarlo in modo particolare… dal giorno della sua morte a quello del suo compleanno, con quattro canzoni.


Una Canzone al Giorno

Nuova abitudine dell’anno, promessa che spero di mantenere, è quella di trovare 5 minuti al giorno per registrare una canzone ispirata dal momento. Così, senza grosse prove, ukulele o chitarra e via. Lo vedo come un esercizio, e un appuntamento costante per potenziare la mia puntualità, tentennante negli ultimi tempi.
In trasloco mi ha causato non pochi problemi, per via della mancanza di connessione, con soluzioni dell’ultimo minuto come quando sono andato a casa di Francesca all’una di notte per scroccarle la linea, ma in linea di massima adesso sembra essersi stabilizzato.
Attualmente, c’è solo una pagina su Facebook, che dovrebbe essere pubblica a tutti. Buona musica!

Una Canzone al Giorno


Natale

Non scrivo da un po' ma ho avuto effettivamente dei buoni motivi. Diversi.

Nel frattempo, beccatevi i miei auguri di Natale, ed è già tanto:


Un mese senza no, eh

Domani sarebbe un mese che non scrivo sul blog. COL CAVOLO.
Cerchiamo di recuperare un po'.

Sono stato a Liverpool:

Questa è la strada in cui è nato e cresciuto Paul McCartney. In fondo a destra c'è la casa. La casa in cui lui e John Lennon si vedevano spesso per scrivere canzoni insieme.
In realtà ho visto le case degli altri Fab Four e tutta una serie di posti storici e importanti per i fan.

E' una riflessione che ho sempre fatto, ma quando poi vedi quelle strade lì, nel culo del Regno Unito, e cerchi di immedesimarti nel periodo storico in cui questi quattro ragazzetti si sono incontrati e hanno iniziato a fare musica insieme, tirando fuori quello che hanno fatto, non si può non rimanere impietriti e impressionati. Ed emozionati.

A Liverpool, adesso, la gente va per i Beatles e non solo, è un luogo di richiamo musicale, per la gente che suona e per chi ascolta, e il livello di attenzione del pubblico, e di conseguenza la qualità di chi sta sul palco, è davvero ben sopra la media (anche londinese).

Così, dopo un giorno di "vogliosuonarevogliosuonarevogliosuonare", ho parlato con un tizio che stava suonando in quel momento al Cavern pezzi Beatles/Lennon e mi sono imbucato per una partecipazione.

Noncurante dell'ovvia differenza linguistica, ho anche partecipato a un Open Mic, al Cavern Pub, cantanto pezzi dei Giullari di Corte.

Insomma: BELLO.

Per il resto, esplodo di cose da fare, e i "post nella mia mente" che vorrei scrivere sono tanti, con alcuni argomenti che mi stanno molto a cuore, e non mi va di sprecarmeli così, in un riassuntino.

Mi limito a pubblicare la locandina dell'evento su cui sto lavorando di più negli ultimi mesi: un mega concerto per rendere omaggio a Freddie Mercury, il giorno del ventennale della sua scomparsa.

Chi mi legge sa quanto ci tengo, quindi inutile dilungarmi sul personale. La serata invece sarà ricchissima di ospiti, saremo quasi 50 musicisti. Non vedo l'ora.


Giullari di Corte

Oggi c'è l'esordio della nuova e splendente formazione dei Giullari di Corte, dopo quasi 5 anni di pausa. Nuove canzoni, nuovi arrangiamenti, nuova strumentazione, nuova potenza, nuovo tutto.


2010

Dovrei dire che, per quanto mi riguarda, dovrei prenderlo e buttarlo nel cesso, intasare le fognature, lanciarci dentro una bomba atomica, contenere le radiazioni all'interno e trasmetterci a rotazione la discografia di Massimo Di Cataldo.

E non basterebbe.

Ma non sarebbe giusto. Perchè, nonostante tutto, è stato un anno della mia vita, e anche se decisamente calante per molte cose, è stato comunque un anno della mia vita, con alcune cose molto buone. E c'è pur sempre chi sta peggio di me.

Di sicuro è stato un anno lunghissimo, ed anomalo. Se dovessi fare i soliti resoconti per categoria, come faccio dal 1993, penso che ne uscirei a pezzi. Ma in realtà si sono create delle nuove categorie, e non voglio buttarmi giù il 31 ripensando a cosa ho sbagliato o cosa è andato meglio.

Non si può non notare che è sicuramente stato l'anno in cui ho scritto meno sul blog, in cui ho suonato più di tutti gli anni precedenti messi insieme e in cui ho disegnato meno di tutti gli anni precedenti messi insieme.

Il 2011 è alle porte.

Preferisco, quindi, fare una lista di buoni propositi:

– Mettermi al lavoro su almeno un libro nuovo.

– Riuscire a farmelo approvare.

– Scrivere di più sul blog.

– Perdere peso.

– Continuare a parlare di certe cose con alcune persone, come ho fatto ultimamente.

– Riuscire a portare in giro il Plastic Ono Band Project.

– Esordire col mio gruppo di inediti.

– Fottermene di alcune persone.

– Cagare di più di alcune persone.

– Tornare ad essere puntuale.

– ALMENO programmare il mio viaggio in Giappone.

Per il resto, anche stasera si lavora.
Buon anno!!!!!!!!


Ultimo spettacolo

L'ultimo spettacolo di quest'anno è, per me, LO spettacolo di quest'anno.

Col cuore e con l'anima, questa sera suonerò in bella compagnia al CCP Agricantus l'intero PLASTIC ONO BAND, il primo album solista di Lennon dopo la scissione coi Beatles. Un album crudo, intimo, scuro, che ascolto fin dalla tenera età grazie ai sempre citati buoni gusti musicali di mio fratello. Un album che conosco quindi intimamente, che "sento" come pochi altri, e che sono emozionatissimo di suonare davanti ad una platea.

Fra poco scendo, e si inizierà a montare.

Ecco il comunicato:

MARTEDÌ 28 E MERCOLEDI' 29 DICEMBRE ORE 21.30
Intero: 10 € Ridotto Carte Sconti: 8 € Ridotto under 30 e over 60: 5 € Biglietto online: 7 €

JOHN LENNON
PLASTIC ONO BAND
A 30 anni dalla scomparsa, un concerto/spettacolo per rendere omaggio a una delle figure più importanti della musica moderna.

Oltre che una selezione di canzoni dall'era Beatles a quelle da solista (Imagine, Instant Karma, Come Together…), la serata ruoterà intorno all'intera esecuzione di Plastic Ono Band, il primo album che Lennon scrisse dopo la scissione con i Fab Four, un disco fortemente introspettivo (che contiene pezzi come Mother, Working Class Hero, Love e God), personale, intimo, crudo, dove il grande artista si mise totalmente a nudo.

Uno spettacolo voluto col cuore e che non ha precedenti.

Musicisti:
Sergio Agozzino, voce
Marcello Castellucci, basso
Francesco Ribaudo, chitarra
Massimo Sanfilippo: chitarra e voce
Antonello Sidoti, batteria
Fabrizio Forte, tastiera

GUEST STAR: Claudia Macca e Anna Zito


Tutti a Lucca… e io?

Si avvicinano i giorni che per me sono sempre stati sinonimo di Lucca Comics. Non ho neanche più memoria di cosa significasse il giorno di Halloween o quello dei Morti senza accomunarlo alla classica frase "mi spiace, sarò a Lucca".

Quest'anno, per tanti motivi, mancherò all'appuntamento.

Curiosamente, l'attività che mi ha riempito molto ultimamente, se non si era ancora capito, è quella musicale. Sto portando avanti diverse situazioni, è piacevole ed è divertente.

Ancora più curiosamente, proprio perchè è assolutamente casuale, suonerò TUTTI i giorni in cui sarei dovuto essere a Lucca, da giovedì a domenica, in posti diversi e, addirittura, anche fuori città. Ed è veramente curioso, dato che anche fare solo una serata a settimana sarebbe già tanto.

Ecco il calendario:
Giovedì 28 ottobre, Beat Art Cafè, C.so Alberto Amedeo (Pa)
Ingresso Libero

(Ri)Cantando
Evergreen non troppo scontati (selezioni sparse fra John Lennon, Beatles, De Gregori, Bowie, Redding, Gershwin…) (ri)suonati e (ri) cantati, sul viale dei ricordi e della passione per la musica. Inutile dire quanto siano personali questa serie di serate "a solo".

Venerdì 29 ottobre, Murphy, P.zza Annuzziatella – Brolo (Messina)
Ingresso Libero

I Good Company finalmente approdano nella Sicilia orientale.

Sabato 30 ottobre, Gossip Coktail Bar, P.zza Leoni 45 (Pa)
Ingresso ancora libero

Good Company in trio acustico, bene, così mi riposo dal massacro del giorno precedente…

Domenica 31 ottobre, MontBlanc, via Giovanni Zappalà, 14 (Pa)
Ingresso liberissimo

HALLOQUEEN, ovvero Halloween coi Good Company, con tanto di agevolazioni per chi verrà mascherato.

Insomma… fatemi compagnia!



Good Company

Con questa formazione rinnovata, stiamo davvero suonando molto in giro. Mi diverte, e la gente si diverte.
Così, ho perso tempo a far questo:

…che, per chi non ce l'avesse presente, è la nostra versione di questa:

Le prossime date sono:

Già che c'ero, ho anche dato una ripulita (e aggiornata) al myspace del gruppo, QUI.


Agricantussssssssss


Novità

Una band di Hard Rock '60 '70, a spasso fra Led Zeppelin e Cream, Beatles e Doors, Hendrix e gli immancabili Queen. Ma, soprattutto, Led Zeppelin.


SI REPLICA!!!

3DIVINO – FINEST DRINKS & FRUITS

Piazzetta Pietro Venuti (a fianco Palazzo Municipale)
Cinisi, Italy

Good Company: IL RITORNO!!!


Tolto un altro sfizio…


Granito

Di questo sono fatte le mie mani ultimamente, almeno in faccende musicali.

E' veramente deprimente, ma è passato un sacco di tempo da quando ho imbracciato una chitarra "sul serio", e mi sono accorto oggi pomeriggio di non sapere più suonare neanche le mie canzoni, e non solo perchè non me le ricordo, ma anche quando lo faccio le suono da far schifo, e non è che stiamo parlando di chissà quali difficoltà tecniche.

Insomma, mi devo decisamente rimettere in moto, anche perchè nella nuova casa sto ritrovando la forza per pensare di rimettere su una band di pezzi originali. Vedremo…

Nel frattempo, beccatevi la prossima serata by In The Rock, ovvero:


Faber 70 e Presentazione a Sutera

Settimana all’insegna del ricordo di Fabrizio De Andrè, ricordo per celebrare, e non per commemorare. 
Ma ne ho già parlato. Ecco quindi qualche foto dalla serata all’Agricantus e, a seguire, qualche foto della presentazione di sabato a Sutera.





Ed eccomi a Sutera:




Happy Xmas

Quest’anno non avevo idee per un disegno, così mi son detto: registriamo una canzone. Dalla canzone, poi, è venuto fuori questa specie di video…

Insomma, come se avessi molto tempo da perdere 😀

MA, tutto questo, per farvi gli auguri.

La canzone che ho cantato è Santa Claus is coming to Town (Gillespie/Coots)

Arranged and performed by Sergio Algozzino
Draw and animation by Sergio Algozzino


Ci si vede a Lucca, per più motivi!

Quest’anno Lucca Comics si prospetta più caotica del solito.

Anzitutto, esco con Comix Show, l’ho detto e lo ripeto, dato che non fa mai male…
Mi troverete perciò allo stand della 001 Edizioni quasi totalmente, vi aspetto col mio solito carico di giocattoli.

Ma i miei impegni non finiscono qui: ad esempio, sono stato invitato a partecipare a un happening di 101 vignette (una a testa), credo il venerdì mattina. Lo scoprirò domani.

Il sabato pomeriggio, alle 19:00, c’è il raduno di Kinart, fatevi vedere amici e aspiranti disegnatori!

Infine, ultimo ma non ultimo, il venerdì pomeriggio ho organizzato una sessione di fumettisti/musicisti, che si esibiranno sul palco di Lucca Comics dalle 16:15 alle 17:15, questo l’elenco dei confermati:

Sergio Badino (Walt Disney Italia, Tunuè…): voce/armonica
Antonio Dessì (Stratelibri): voce
Riccardo Secchi (Walt Disney Italia, Sergio Bonelli…): chitarra elettrica
Alex Crippa (Delcourt, Renoir…): batteria
Matteo Casali (Casterman, DC Comics…): voce
Fulvio Gatto (Vittorio pavesio)
Antonio Sualzo Vincenti (Rizzoli): Sax
Renato Genovese (direttore di Lucca Comics and Games): batteria
Francesco Abrignani (Walt Disney Italia): batteria
Bruno Olivieri (Panini Comics, Il Giornalino…): chitarra elettrica
Sergio Algozzino (Soleil Edition, 001 Edizioni…): voce
Giuseppe De Luca (Star Comics): chitarra elettrica
Giorgio Salati (Walt Disney Italia): voce e chitarra elettrica

Insomma, una grande festa! Accorrete!!!


Sabato SARZANA e Domenica IN THE ROCK

Domani avrò l’onore di tornare a Sarzana per l’inaugurazione di una piazza a nome di Fabrizio De Andrè.
Devo ringraziare Daniele Pignatelli di Comic House e l’ARCI di Sarzana per avermi invitato, non solo per poter assistere a questo evento, ma anche perchè potrò finalmente avvicinare Dori Ghezzi.
Insomma, sono un tantinello emozionato.

Domenica, invece, immediatamente dopo il mio ritorno, canto/presento alla terza edizione di In The Rock, evento che sta sempre più ingigantendosi, stavolta a tema anni 70, con ben 30 musicisti palermitani, e, come sempre, a INGRESSO LIBERO.

Insomma, non oso immaginare che tipo di straccio sarò domanica sera.


Questa sera

La scaletta è, come sempre, rinnovata e con molte sorprese.


Good Company is back

Alla fine, dopo un lungo periodo di inattività, rieccoci in scena.

Solito posto (Agricantus), scaletta sempre rinnovata, con almeno tre chicche che – da fan – mi danno una certa soddisfazione.

E come al solito ce lo organizziamo noi, pagandoci la SIAE e tutto il resto, quindi se portate anche un amico è ben gradito 🙂


Presentazione Ballata per De Andrè: Video e Servizi

Ecco alcune clip della serata del 20 novembre:

La parte musicale, con Vivi Lanzara al piano, in cui ci provo.