Archivio per maggio, 2013

10 Giorni da Beatle

Ed eccoci qua. Con un libro finito fra le mani (si fa per dire, ancora), e una copertina definitiva da mostrarvi:

10giornidaBeatle

Quasi un anno. Ma ok. Neanche me ne sono accorto, quasi. Di più, è diventato pesante lavorare con una gamba azzoppata. Già, questo perché ormai quasi tre mesi fa ho avuto un incidente sportivo e, pur non essendo qualcosa di gravissimo, mi ritrovo ancora con le stampelle. E disegnare così non è il massimo, come non lo è andare a lezione o, soprattutto, dover dipendere da tutti per ogni sciocchezza.

Ma non è un post di stress, questo.

Volevo farvi vedere la cover (ed eccola, lassù), e volevo anche dire che presenterò il libro ufficialmente durante la TERZA edizione di Etna Comics (mamma mia quanto tempo…), il Festival catanese in cui ho infuso gran parte delle mie capacità e idee organizzative, facendo parte di uno staff clamoroso e appassionato che lo ha reso già uno degli appuntamenti più importanti del settore.

E quest’anno, oltre che presentare la mia ultima fatica, ho avuto l’appoggio totale per inaugurare una nuova area, tutta votata alla didattica e ai giovani fumettisti, che si chiamerà Area Talent Scout, dove sarà possibile ricevere consigli da parte di autori ed editori.

Se volete dare un occhio a tutto il programma, eccolo QUI.

Ecco il mio manifesto alternativo:

etnacomicslow

E se volete guardare il trailer del mio libro, eccolo qui.

Annunci

Nuovo libro: revisione, prefazioni e postfazioni

Da quel che ho capito, a breve si potrà annunciare titolo, diffondere trailer e cose così.
Nel frattempo, posso dire che il volume sarà disponibile, in anteprima, a EtnaComics, dal 7 al 9 giugno, con tanto di mostra.
Attualmente sto revisionando, per un’ultima volta, i testi, e raccogliendo il materiale aggiuntivo. Fra cui quella che dovrebbe essere una prefazione particolarmente significativa.

20130502-230324.jpg

Cosa penso del libro adesso? Bo… Se devo essere sincero, non lo so più. Con questo libro mi sono sbloccato e, contemporaneamente, credo di essere molto cresciuto. Quindi, se quando l’ho scritto pensavo di aver fatto qualcosa di decente, adesso ho perso un po’ quella sensazione. Sono molto contento di alcuni momenti, altri, al solito, vorrei rifarli in toto. In effetti, vorrei davvero rimettere mano su troppe cose. Ma non avrebbe senso farlo.
Così, credo che “mi accontenterò”, cercando di pensare subito a cosa verrà dopo, fermo restando che sarà uno spasso promuovere questo.

Insomma, nella vita si può essere un Kubrick o on Allen. E, seppur amando tutti e due, forse la regola di quest’ultimo, ovvero di finire un film, non rivederlo, e passare subito al successivo, non è così male per come la vedo io.

Dato che i miei post non son quotidiani, aggiungo un disegnetto fatto facendo un esperimento di passaggio dalla pittura ad olio (partendo da uno dei capisaldi della pittura) all’acquarello, in formato 20×15.

20130502-231057.jpg

20130502-231120.jpg