Fantasmi, Sante e Monache a Palermo.

In questi giorni c’è stato un gran parlare di un avvenimento mistico e meraviglioso: nel cuore del Capo, uno dei più antichi quartieri, e mercati, palermitani, è apparsa improvvisamente, in cima al campanile della chiesa di Santa Maria della Mercede, la figura di una monaca. Questa apparizione straordinaria si ripete da giorni, e i curiosi si sono trasformati in un vero e proprio pubblico in delirio. C’è chi l’ha riconosciuta come Santa Rita, chi come Santa Maria della Mercedes, il prete della chiesa ha addirittura rivelato che potrebbe trattarsi di Satana, fatto sta che, puntualmente, al calar della sera, boicottando qualsiasi regola del settore, Santa Rita o chiunque sia appare agli occhi di tutti, pronta a farsi fotografare, immortalata in video e servizi televisivi, sempre immobile, fra l’altro. Un fantasma piuttosto egocentrico e fotogenico, direi.

 

 

Sia chiaro, parlo, mi interesso, e leggo, di spiritismo da più tempo di quanto frequenti i miei più vecchi amici. Il che mi ha reso davvero facile l’ovvia conclusione che fosse un’illusione ottica.

Ma ho osservato l’evento incuriosito, leggendo tutti gli articoli e vedendo tutti i video che ho trovato in giro, sapendo bene quale fosse la soluzione dell’enigma, ma scegliendo di non proferir parola.

Perché? Semplice. In un’epoca dove i libri scolastici saranno sostituiti da Tablet, dove le nostre madri padroneggiano computer e Facebook, era semplicemente emozionante vedere tutta questa gente accalcata esattamente come sarebbe accaduto dieci, venti, trenta, cento o duecento anni fa. Ho studiato, più che l’avvenimento in sé, le parole degli intervistati, la fiducia che riponevano nella visione che avevano davanti ai loro occhi, e la passione con cui esponevano le loro teorie.

Ho cercato di immedesimarmi nei loro pensieri, un misto di speranza e terrore, ed è stato bello.

Poi, improvvisamente, dopo solo un paio di giorni, la tecnologia ha distrutto la magia, con un bel video che, con tanto di grafici, fermo immagine e selezioni delle zone interessate, mostra a tutti come la fatidica monaca sia effettivamente un gioco ottico composto di ombre, un faro posto lateralmente e il muro scrostato.

 

 

Sinceramente, avrei voluto osservare un altro po’ di caos. Già fremevo all’idea di carovane da varie parti dell’Italia, di aerei stracolmi di vecchiette, di troupe televisive da altre regioni. Magari avrei potuto tirarci su un commercio, vendere maglietta con l’effige di Santa Rita, medaglioni, braccialetti.

Avrei potuto essere ricco.

E invece no. Dannata tecnologia. Non si può più sognare in pace.

Annunci

2 Risposte

  1. Roberto

    IL Caso e’ VEro anche in Italia Il Caso Verissimo della Monaca Di Monza ,In Italia nata tra il 600,,,,Il Fantasma raggira tra le mura autentico,,,Oggi Viene anche a Palermo nel Mistico per Salutarci,,,,.

    aprile 1, 2013 alle 12:55 pm

  2. Roberto

    Questo fantasma e’ anche nel Vero nel Mistico:Il fantasma della Monaca di Monza anche nell’italia nata tra il 600,,,Si raggira ancora oggi Tra le mura,,della Citta’ .Oggi anche a Palermo La mOnca Rivive nel Mistico a Salutarci 2013.

    aprile 1, 2013 alle 12:57 pm

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...