Banda Larga – Recensione

16

Banda Larga è il sesto album del duo Musica Nuda.
Ne parlo solo perchè ne ho disegnato la copertina? No, direi che ne parlo perchè mi piacciono, altrimenti non avrei disegnato la copertina.
Festeggiano dieci anni di attività con quello che può essere considerato, a tutti gli effetti, una sorta di Greatest Hits del loro cammino artistico.
Ne è passata di acqua sotto i ponti dalla Eleanor Rigby che apriva il loro primo album, un album (come il secondo) di cover straconosciute, riarrangiate a modo loro, solo voce e contrabbasso, a volte in maniera briosa, la cui chiave vincente non era solo la bravura tecnica, ma l’approccio, il modo di fare (anche sul palco), e, proprio come i Beatles, i cui primi album avevano un certo numero di cover, eccoli adesso a trattare solo un paio di pezzi già editi, e sicuramente, pur essendoci un Paolo Conte di mezzo, non sono più nazional-popolari come lo erano all’inizio.

Così, se nel frattempo avevano anche inciso un album di musica sacra, ci ritroviamo qui ad ascoltare un po’ di tutto di quel che avevano fatto, con una dose massiccia di pezzi inediti, con lo stesso approccio, ma con un’intera orchestra al loro servizio; già, perchè Banda Larga vuol dire anche quello, e se ho disegnato loro due sopra una moltitudine di strumenti musicali ci sarà un motivo.

Si lasciano aiutare da molti amici, che gli scrivono canzoni apposta o che gliele cedono, il tutto condito da intermezzi strumentali in cui Ferruccio fa da padrone, spesso anche compositivamente.

Petra invece ci mostra un po’ tutte le sue possibilità vocali, lasciando solo vagamente immaginare quante altre ne potrebbe avere. Fa di tutto, e lo fa benissimo. E io, che li ho visti molto spesso dal vivo, non l’ho sentita sbagliare MAI, mai una dannata volta. Ma tutto questo tecnicismo non è freddo e scostante. Io ODIO le cantanti tecniche, specie se sono italiane. Petra invece canta in maniera suadente, esprime benissimo parole ed emozioni, e, soprattutto, ha una grandissima carica ironica, che fa un po’ rima con Carica Erotica, uno dei brani più belli dell’album.

Ma è un album da ascoltare per intero più di una volta. Come detto, ne è passata di acqua sotto i ponti, e dopo dieci anni si sono potuti permettere quello che probabilmente avrebbero già fatto nel 2004.

Si passa dalla potenza strabiliante, quasi elettrica, di Game of taking Chances, alla dolcezza, già dal titolo, di Luna Suadente (credo il mio pezzo preferito), dalla ricchezza orchestrale di Libera alla semplicità, in puro stile Musica Nuda, di Tu, la prima volta di tutto (non sconosciuta ai fan); ma c’è anche il ritmo ansioso di Qui tra poco pioverà a l’atmosfera scherzosa di Le cose, altro mio brano prediletto.

Come dicevo, è una sorta di Greatest Hits artistico, proprio perchè c’è un po’ di tutto di quel che hanno fatto, con delle nuove promesse e una serie di nuove strade aperte.

Manca solo, in effetti, la voce di Ferruccio.





1. Preludio (Aria c’è) 0:49
2. Aria C’è 3:07
3. Des Ronds Dans L’eau 2:42
4. Preludio (Qui tra poco pioverà) 1:17
5. Qui Tra Poco Pioverà 3:30
6. Game of Taking Chances 2:51
7. Libera 3:45
8. Preludio (Um outro Olhar) 1:00
9. Um outro Olhar 4:16
10. Spina dorsale con Joe Barbieri 3:55
11. Luele 1:10
12. Carica Erotica 3:31
13. Preludio (Lirico lirica) 1:17
14. Lirico Lirica 3:22
15. Le Cose 3:47
16. Japan 0:58
17. Luna Suadente 3:02
18. Preludio (Tu, la prima volta di tutto) 1:10
19. Tu, La Prima Volta Di Tutto 2:25
20. Les tam-tam du Paradis 4:29
21. I Ricordi Della Sera 2:25

Annunci

3 Risposte

  1. Ascoltati ieri sera a Roma e finalmente comprato l’album (autografo adesso of course ^_^): adoro la tua copertina!

    marzo 13, 2013 alle 4:02 pm

  2. Grazie mille, sono davvero contento 😉 sei una disegnatrice anche tu ?

    marzo 13, 2013 alle 4:06 pm

  3. chiedo venia x il ritardo con cui ho visualizzato il tuo commento >_< No non sono una disegnatrice anche se sarei più una colorista se lo volessi fare e mi dilettavo da piccola solo con paesaggi 🙂

    novembre 2, 2014 alle 12:51 am

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...