La Casa 1

Ed è proprio parafrasando il film di Sam Raimi che voglio parlare di un argomento tabù.

Fino a un anno e mezzo fa stavo in una casa in via Paolo Emiliano Giudici. Ne ho parlato solo una volta, QUI, durante il trasloco.

Questa casa è stata fonte di disgrazia, e ormai posso provare a parlarne.

Soprannominata "La Casa dell'Umido", il tempo che ho trascorso lì mi sembra un'infinità, invece sono stati appena appena sei mesi. La zona non era male, borgata popolare dove trovi di tutto a prezzi convenientissimi, e anche se nel mio palazzo c'era gente allucinante, tutto sommato era anche abbastanza tranquilla.

L'esperienza più trash è stata quando hanno montato esattamente sotto casa mia, che faceva angolo con l'altra strada, un enorme palco, attrezzatissimo, con un service assurdo, per un Festival di musica partenopea/popolare che è durato tre giorni.

La casa non era neanche male, con un salone magnifico, spazioso e luminosissimo, e una cucina bella grande e iperattrezzata. Dire che il padrone di casa, invece, era un buzzurro è dir poco.

Il primo segnale di stranezza è accaduto dopo qualche giorno: il portone del palazzo era sempre socchiuso, a qualsiasi ora, il che era abbastanza seccante. L'apriportone del citofono non funzionava, supponevo quindi che fosse lasciato aperto per evitare di scendere ad aprire gli eventuali ospiti volta per volta. Così, mi sono preso la briga di chiamare il rappresentante di condominio, un altro personaggione, che a sua volta ha chiamato un tecnico. Alla sua venuta, scendo per andare a supervisionare la riparazione e ci accorgiamo che in realtà il cavo dell'apriportone era stato strappato intenzionalmente.
Il cavo viene rimesso a posto, e il portone poteva finalmente stare chiuso.
L'indomani mattina esco insieme a Mais, e troviamo, letteralmente, la cassettina del portone con la serratura strappata via. Anzi, meglio dire sparita. Ci inquietiamo non poco, questo significava chiaramente che quel portone sarebbe dovuto stare aperto.
Ci incamminiamo verso l'auto, la apro, ci accomodiamo, inserisco la chiave nella toppa dell'accensione e… non si accende.

Mi inquieto tantissimo.
Il meccanico scoprirà poi che era semplicemente la batteria scarica, ma questa coincidenza fu il primo motivo di stress legato a quella casa.

Il resto nel seguito…

Annunci

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...