Archivio per maggio, 2010

Spiderman


Tolto un altro sfizio…


Lost

Seguo Lost dal 6 marzo 2006, giorno in cui lo trasmisero su RaiDue. Anzi no, quell'anno la Napoli Comicon era dal 3 al 5 marzo, così lo registrammo e lo vedemmo al ritorno, un paio di giorni dopo.

Dalla seconda serie ho dimenticato le voci dei doppiatori italiani, seguendolo sempre in diretta.

Ho tutti i cofanetti, di cui fra l'altro ne ho già parlato male tempo fa, a proposito degli adattamenti malsani dei dialoghi e dei sottotitoli. Ma ce li ho tutti, compreso il box fighissimo finta-scatola di arruolamento alla Dharma.

Penso che la prima serie sia magnifica, che la seconda lo sia ancora di più, che la terza sia la peggiore, che la quarta sia buona, che la quinta sia fantastica, e che la sesta sia molto brutta. E non lo penso perchè sono scontento del finale (e lo sono), ma perchè, pur contendendo degli episodi molto belli erano, in quanto ultima serie, inutili.

Il finale poi è un'orgia di sequenze intollerabili e gratuite in cui la gente si riconosce, piange e si abbraccia, messe lì apposta per fare un becero riassuntino di un epopea che non ne aveva certo bisogno. E la trama principale? Ridotta a una misera lotta fra bene e male, luci e ombre e via dicendo. Mi spiace. Non va. E potrei andare avanti andando a finire in qualche tremendo spoiler, quindi meglio tacere. Per il momento.

Con la fine di Lost però faccio un bel passo indietro, una specie di resoconto della mia vita in questi ultimi 4 anni e mezzo, e vedo e ricordo com'ero allora e come sono adesso.

Sono cambiate tantissime cose, mentre altre sono rimaste invariate. Ogni serie, mi ricorda qualcosa, un luogo, una persona, una discussione.

Sarò incazzato a lungo per il finale, umiliato e preso per il culo, ma Lost mi ha regalato un sacco di bei momenti, e mi ha accompagnato in altrettanti.

Il finale di Lost per me è la chiusura metaforica di un ciclo che adesso, ironicamente, mi vede in un periodo di cataclismi e rivoluzioni.

Jack, ti sei fatto volere bene dinuovo in questa serie (anche se…).

Kate, ti odio.

Sawyer, sei il migliore.

Charlie, vatti a fare un'overdose, va…

Sayid, eri bello un tempo. Sei l'ombra di te stesso da quasi 4 serie.

Hugo, quando sei serio non mi piaci.

Locke, R.I.P. Peccato, pensavo saresti stato la chiave di tutto.

Sun e Jin, che impegni avevate nelle ultime puntate?

Desmond, sei stato trattato maluccio, eh?

Jacob, mi fai schifo.

Uomo in Nero, mi fai ancora più schifo di Jacob.

Ben, che fine hai fatto?

Richard, non dovevi avere un ruolo fondamentale?

Juliet, sei la migliore di tutti, sul serio, Ti amo.

Lapidus, sei sempre stato strumentalizzato, lo sai?

Miles, sei consapevole della tua inutilità?

Padre di Jack, sei per caso il figlio del produttore? O il produttore stesso?

Penny, neanche ti hanno abbracciato, pensa te…

Widmore, MAH!

Madre di Daniel, ma chi cazzo sei?

Daniel, poveraccio.

Charlotte, meglio morta.

Adieu


Comics Day@Palermo


Comics Day Palermo: AGGIORNAMENTO

AGGIORNAMENTO
a causa di alcuni problemi, l'evento si fermerà alle 21:30.

Per non perdere niente (a parte il concerto), il programma verrà rivisto in questo modo (con qualche sfiziosa aggiunta) 🙂

ore 18:00: Inaugurazione della mostra di X-Campus (tavole di Gianluca Gugliotta, Roberto Di Salvo e Marco Failla) e del Comics Day.

Ore 19:00 : Conferenza sul Manga.

Ore 20:00 : Proiezioni di sigle di cartoni animati dagli anni '60 ai giorni nostri, con moltissime sorprese!!! Nel frattempo, Sergio Algozzino (Monster Allergy, Ballata per Fabrizio De Andrè, Comix Show), Roberto Di Salvo (Spider-Man), Marco Failla (Masters of the Universe, Monster Allergy, Dino-Froz, Huntik), Emiliano Santalucia (Masters of the Universe), Quirino Calderone (Dino-Froz, Maschere), Aurelio Mazzara (Dino-Froz), Gianluca Gugliotta (Spider-Man, Gek Vans) e altri fumettisti disegneranno per il pubblico.

Scusate l'inconveniente, ovviamente la colpa non è da imputare nè a noi, e neanche al locale, che si è prestato alla giornata col massimo entusiasmo.

In ogni caso, ci si divertirà ugualmente, perchè, ricordiamo, il Comics Day è un evento NAZIONALE, il cui scopo è proprio quello di creare una rete di eventi per lanciare un segnale alle autorità statali. E, chissà, con un po' di attenzione in più potremo anche sperare in qualcosa di più consistente…

Organizzazione di Sergio Algozzino e Anna Zito. http://www.kinart.it

ovviamente, INGRESSO LIBERO!


Pausa

Ho bisogno di un attimo di pausa. Purtroppo, non riuscirò a prenderla in maniera assoluta, quindi i lavori che sono attualmente in corso dovranno andare avanti (eventi, lezioni etc), ma sicuramente potreste vedermi di meno in giro nella rete.


4 conti su Dario

Io, che lo amo davvero molto, mi sto ritrovando a fare 4 conticini sulla filmografia di Dario Argento.

    * L'uccello dalle piume di cristallo (1970)
Grandioso.

    * Il gatto a nove code (1971)
Bello, ma della trilogia degli animali è quello che mi ha appassionato sempre di meno.

    * Quattro mosche di velluto grigio (1971)
Personalmente lo trovo stupendo.

    * La porta sul buio (1973) – (Serie TV di quattro film Argento dirige Il tram e Testimone oculare)
I suoi due episodi sono bellissimi, si conoscono molto poco (e anche gli altri due valgono tanto, eh).

    * Le cinque giornate (1973)
Parentesi storica con Adriano Celentano.

    * Profondo rosso (1975)
La summa delle opere precedenti. Bellissimo.

    * Suspiria (1977)
Capolavoro.

    * Inferno (1980)
Potrebbe essere il miglior film di Argento, non fosse per il finale pacchiano. Ma la regia, l'atmosfera, la tensione e le idee di questo film sono fra le migliori,

    * Tenebre (1982)
Conosciuto meno di altri, vale invece tantissimo.

    * Phenomena (1985)
Sarà un'americanata, ma l'ho visto 30000 volte.

    * Opera (1987)
Mi piace.

    * Due occhi diabolici (1990)
Primo segno di squilibrio. Ma anche Romero non dà il massimo…

    * Trauma (1993)
Calo della qualità degli attori, ma l'idea l'ho sempre trovata geniale.

    * La sindrome di Stendhal (1996)
Nonostante tutto, sono riuscito ad accettarlo.

    * Il fantasma dell'opera (1998)
Siamo in discesa.

    * Non ho sonno (2001)
Risalita.

    * Il cartaio (2004)
Pessimo, a dir poco.

    * Jenifer – Istinto assassino (2005) – (episodio della serie TV Masters of Horror)
Bello.

    * Pelts – Istinto animale (2006) – (episodio della serie TV Masters of Horror)
Molto bello. Ma parliamo di un episodio in cui più che lo sviluppo conta il lato efferato.

    * La terza madre (2007)
SCHIFOSO.

    * Giallo (2009)
Ancora non visto.

Ok, bene. Mi consola sapere che la roba brutta non ha ancora raggiunto il numero di quella buona (e neanche di quella buonissima). Però ci stiamo avvicinando pericolosamente a una media che, Masters of Horror a parte (che in Italia non ha visto quasi nessuno), lo vedono scendere pericolosamente a partire direi da Trauma, con errori sempre più visibili prima nella cura degli attori, poi della sceneggiatura e infine, addirittura, nella stessa regia.

Dario, io te vogghio bene assaje, ma Dracula è Dracula, e io ho molta paura…