Palermo – Bologna

Non ero mai stato a Bologna. Ho sempre avuto una certa curiosità, ma col mio lavoro se non ho una scusa professionale praticamente non mi muovo.

Bologna mi ha lasciato una piacevolissima impressione, anzi, in realtà ne sono invidioso, quindi mi sa che la odio.

Qui a Palermo l’ambiente fumettistico va alla grande, siamo un bel gruppo di autori, eventi, scuola…

Ma Bologna… Bologna, in quel senso, è sempre stata una specie di Mito insieme a Milano, più di Roma. A Bologna c’è la Alessandro Distribuzioni, c’era la Panini, ma ancor prima la Star Comics in epoca Marvel, i Kappa Boys… Milano è una figata, la Disney, la Bonelli… però ha quel che di caotico che mi fa sentire perennemente un turista. Bologna invece è così, nature, una città grande ma non troppo caotica, completa ed equilibrata, almeno questa è la mia impressione di sole 48 ore.

E per il mio lavoro sarebbe davvero perfetta… vicino a tutti, non incasinata ma con grandi possibilità dietro l’angolo…

La prima sera ero al Vag61, un centro sociale pubblico e autogestito, per questa bella serata dedicata a De Andrè con uno dei più bei concerti che abbia visto in questo anno e mezzo che ho vissuto da girovago seguendone diversi, con un’atmosfera gioiosa e travolgente. Anche in questo caso, la differenza coi centri sociali palermitana è evidente, ma bisogna dire (e me ne sono reso conto dopo) che Bologna ha una certa storia al riguardo, e si sente parecchio.

I ragazzi che mi hanno ospitato sono stati tutti gentilissimi, a partire da Luca, che si è occupato del mio viaggio, a finire con Martina, che mi ha ospitato per quella notte.

Ieri ho invece tagliato la città in lungo e per largo, con le mie solite camminate estreme da turista (le cui conseguenze le percepisco solo adesso), e ho rivisto una cara persona che non vedevo dai tempi del liceo, con cui ho passeggiato un po’ in giro.

Infine, la sera, ospite stavolta da Andrea Accardi, siamo andati a cena fuori, ho conosciuto Marco Ficarra e, fra gli altri, ho potuto finalmente passare del tempo "extra fieristico" con Max Brighel, mentre nella seconda parte della serata mi hanno raggiunto Nino e Giulio, con cui abbiamo buttato già le radici di un ulteriore progetto che fiorirà nel mio cervello col puro scopo di farmi impazzire del tutto.

E mi hanno fatto mangiare la lingua.

Annunci

4 Risposte

  1. Puseyhamilton

     benvenuto 🙂

    gennaio 25, 2010 alle 12:26 am

  2. anonimo

    Eh sì, Bologna è una figata!

    Giorgio

    gennaio 25, 2010 alle 12:08 pm

  3. Bunnykira

    Bologna la conosco bene, ci sono stata un mare di volte nel corso degli anni ed è davvero una bella città. Come dici tu è una grande città ma senza casino.
    Sigh, mi è venuta la nostalgia, ormai sono anni che non ci torno :,)

    gennaio 25, 2010 alle 2:22 pm

  4. anonimo

    Io adoro Bologna, ci vivrei 🙂

    Son contenta che sia andato tutto bene! Hai avuto modo anche di apprezzare la mega nebbia della val padana XD Non so quel giorno, ma io il giorno prima sono scesa a Ravenna e c’era un nebbione pazzesco!

    Se sapevo che bazzicavi per Bologna cambiavo giorno di discesa e col mio amico cambiavamo rotta per Bologna. Purtroppo l’ho letto tardi!

    Buona fortuna per i tuoi prossimi progetti!

    Elo/Seila

    gennaio 27, 2010 alle 10:02 am

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...