Thor

Fin dal primo numero di questa nuova serie, Straczynski e Coipel hanno fatto centro.

Quasi ogni mese, è possibile leggere le nuove avventure di Thor sulla testata omonima, partite come una sorta di American Gods di Neil Gaiman, rappresentano, a mio avviso, una delle vette più alte raggiunte recentemente dai comics.

Ogni storia è una gioia per gli occhi e per la mente, con personaggi riuscitissimi, ambientazioni splendide, momenti epici alternati a momenti umoristici.

Stavolta, e ci si augura il più a lungo possibile, Straczynski non dovrà scontrarsi con conflitti d’interessi come fu mentre scriveva Spider Man e dovette avere a che fare con Civil War, Vendicatori divisi e tutto il resto; Thor è invece un personaggio indipendente, che potrebbe anche starsene fuori da certe faccende, potendo così costruirsi una sua storyline che non debba necessariamente avere a che fare con le storie degli altri.

E, infatti, lo si sta notando durante l’invasione degli Skrull.

L’ultima storia – in edicola in questo momento – vede Thor che va a visitare la tomba di Cap, con un colpo di genio come pochi; lì Straczynski ci fa veramente venire i brividi. Leggere per credere.

Annunci

Una Risposta

  1. Windia

    C’è una fumetteria che importa i comics qui in città… quasi quasi ci faccio un salto…

    giugno 25, 2009 alle 3:19 pm

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...