Roma, Sassari, Amici e dintorni

Neanche il tempo di tornare che già domenica riparto.

La presentazione a Roma è stata molto carina. Il locale è davvero bello e consiglio agli amici romani di farci un salto quando possono, hanno delle degustazioni MERAVIGLIOSE.

La serata è stata scorrevole, grazie soprattutto alla già rodata esperienza coi due musici Giovanni e Patrizia, e i proprietari deliziosi.

L’indomani ero già in viaggio per Alghero.

Emiliano è stato incredibile, lo odio perchè non ha voluto farmi pagare NULLA (mi ha anche regalato un volume su Alex Toth che è la fine del mondo… lo DETESTO!), e, tanto per completare la raffica di astio nei suoi confronti, mi ha portato fino a L’Agnata, l’agriturismo che era casa di Fabrizio De Andrè, dove abbiamo mangiato come delle bestie, sempre pensando a tutto lui.

Insomma. Che persona sgradevole, vero?

L’incontro è stato molto bello, praticamente una chiaccherata informale sul libro davanti ad una platea, divertente.

Sono passati a trovarmi molti amici, Bruno Enna e Talamur di Kinart, ad esempio, e un bel gruppo si è preso la briga di commuovermi partendosene addirittura da Cagliari (i carissimi Bruno Olivieri, Massimo dall’Oglio, Marco Meloni, Slvio Murtas e il mitico TheJasco/Simone SCalas, mio attuale collaboratore sul colore di Young Strange).

Bruno, fra l’altro, ha anche fatto questo video/reportage:

Ecco. Questo è quello che ho trovato in sardegna: una calma incredibile e una papabile sensazione di generosità e disponibilità. Un sentimento molto comune anche per noi siciliani quando riceviamo qualche ospite, però lì si sono davvero superati in più occasioni. Comprese le persone conosciute in quei giorni, Simone, Roberto e Fabio e Michele su tutti, con cui abbiamo passato una bella serata nerd/cinematografica (e con cui siamo stati anche a L’Agnata, eh…).

Proprio riguardo De Andrè, ho avuto quindi modo di rimpinzare la mia galleria su Picasa che segue le sue orme, una piccola carrellata di luoghi che mi hanno emozionato che lui aveva frequentato. Potete vederla QUI.

Poi son tornato a Roma, e ho rivisto in quei giorni Rice, Jean, Ornella (e Olivia), Gianluca, conosciuto Matteo e Yoshiko (finalmente!), ho dormito da Filippo e Alessandra e un altro giorno, dopo una bella serata, da Yoko, insieme a Mais (che era rimasta a Roma).
Ho anche visto Ponyo (seguirà recensione) e la mostra di Giotto, che è fantastica.

E ora si lavora…

Annunci

2 Risposte

  1. anonimo

    Lieto di averti conosciuto un po’ meglio e contentissimo che ti sia trovato bene.
    Grazie per le belle parole, invero un po’ imbarazzanti 🙂

    [emo]

    marzo 26, 2009 alle 2:20 pm

  2. foolys

    macchè… 🙂 lietissimo anche io… ora faccio un libro apposta 😀

    marzo 26, 2009 alle 2:22 pm

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...