Archivio per ottobre, 2008

Dove mi troverete a LUCCA COMICS

Oggi io e Mais partiamo, con largo anticipo, lo so.
Non so quando e come potrei controllare blog e mail.

Chi mi vorrà venire a trovare, semplicemente per salutarmi o magari prendere una copia di Pioggia d’estate o Ballata per Fabrizio De Andrè, potrà farlo in questi orari, trovandomi la maggior parte del tempo allo stand della 001 Edizioni, proprio per promuovere Pioggia. In ogni caso, dato che starò parecchio seduto, ogni visita e chiaccherata sarà ben gradita!
Io avrò ovviamente il piacere di fare disegni a chi lo vorrà, insomma, sarà la mia prima Lucca da autore al lavoro.

A presto!

Giovedì 30 ottobre:
Ore 11/13: Stand 001 Edizioni
Ore 15/16:30: Stand 001 Edizioni
Ore 16:45: Showcase Pioggia d’estate/Ballata per Fabrizio De Andrè
Ore 17:30/18:30: Stand 001 Edizioni

Venerdì 31 ottobre:
Ore 10/11: Stand 001 Edizioni
Ore 11:30: Conferenza Kinart, Palazzo Ducale
Ore 15/18: Stand 001 Edizioni
Ore 19:00: Tutti a vedere Cristina D’Avena

Sabato 1 novembre:
Ore 10/11: Stand 001 Edizioni
Ore 15/17: Stand 001 Edizioni
Ore 17/18: Stand Panini Comics

Domenica 2 novembre:
Ore 10/12: Stand 001 Edizioni
Ore 15/18: Stand 001 Edizioni

PS: è online su Comicus una lunga intervista che mi ha fatto, la trovate QUI.

Questo invece è lo schemino del padiglione Editori, con le tre uscite che porto quest’anno.
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Annunci


Non sottovalutate la Pioggia d'estate!

Ci siamo!
Domani è la settimana di Lucca Comics, la settimana dei miei due libri.
A Lucca Comics sarò presente ufficialmente come autore 001, quindi, anche se esco con due libri, mi troverete prevalentemente in quello stand, a fare dediche e disegni per tutti quelli che vorranno fare insieme a me un bel viaggio nel passato.

Mi raccomando, l’attenzione che ha Ballata per De Andrè è ovvia a causa dello stesso nome che figura sul titolo, me ne accorgo dalla stampa e dalle attenzioni sta ricevendo, è un libro che si tira da solo, così io mi occuperò invece di promuovere Pioggia d’estate.

Sto preparando un cd di musica bellissima, sigle dei Cavalieri del Re, un mega-montaggio di musiche del C64, e varie Hit anni ’80, anche pezzi orribili.

Inoltre, mi porterò dietro gomme della Mulino Bianco, exogini, transformers e quant’altro.

Venitemi a trovare!

Image and video hosting by TinyPic


Pasquale Cafiero

Image and video hosting by TinyPic


Domani in edicola

So che ci sarà tutto il numero dedicato a Fabrizio De Andrè, e che parleranno in qualche angolino anche del mio fumetto.
Però non mi ha chiamato nessuno, quindi non so che aspettarmi, se sarà una recensione, una scheda…
A sorpresa!


Il Giudice

Image and video hosting by TinyPic


Wall-E

Se ne parla tanto, ma forse non il dovuto.
Wall-E è un fottuto capolavoro, ma di quelli veri, di quelli importanti, di quelli che fanno la storia.
Wall-E ha tutto, una storia bellissima, con una sceneggiatura perfetta e con una perizia tecnica inimmaginabile.
Wall-E raggiunge dei livelli che la CGI deve ancora raggiungere, e la Pixar urla ai quattro venti di essere sempre e solo la migliore, perchè non pensa solo al lato tecnico, e avanza in tutte le componenti di un film contemporaneamente.

E’ un film molto particolare, molto bello, molto sofisticato, molto divertente, ma è avanti, troppo avanti.
Mentre lo guardavo pensavo a Fantasia, o certi primi cartoni della Disney, ed ero consapevole come non mai di avere davanti agli occhi qualcosa di straordinario.

Non è un film muto, sfatiamo questo mito, solo il protagonista, a suo modo, lo è.
E nella prima parte stai lì a dirti: ci riusciranno a non annoiare tutto il pubblico?

Sì.

Ridevano tutti, ed è stato il primo film che abbia visto al cinema dove non sono stato l’unico stronzo a rimanere a vedere tutti i titoli.
Ma non io e qualcun’altro, no, sono rimasti praticamente TUTTI.

E’ un film che ti commuove, che ti fa ridere, che ti fa pensare e che ti coinvolge, e ripeto che fa ridere, perchè non si deve pensare sia un film barboso.

E’ un film per tutti.

E’ Chaplin, ma senza essere Chaplin come mille altre film che lo hanno citato, è Chaplin nel senso più poetico e naturale del termine.

E’ bellissimo.