Strip di fuoco per Spider Gek

Appena tornato dalle finte vacanze (ovvero dal lavoro in trasferta), fra le 172 mail due mi saltano subito all’occhio, e ho tenuto immediatamente a rispondergli.

Sul numero di questo mese dell’Uomo Ragno/Spider-Man, continua questa saga di Spider Gek alla ricerca dei suoi autori. Nello specifico, Gek scopre finalmente che i suoi autori sono palermitani e parte per la città in questione.

Ecco la strip (cliccare per ingrandire):

Non ho troppo bisogno di sbandierare il mio patrottismo al riguardo della mia città, solo in Pioggia d’Estate ci sono almeno 4 o 5 capitoli dove Palermo ha un ruolo di primo piano e sicuramente è la mia piccola dichiarazione d’amore per questa città che amo da impazzire.

Le due mail che ho ricevuto (tranquillissime, sia chiaro), erano di due lettori (una palermitana e un catanese) preoccupati dalla frase di Gek "Palermo? Il regno della Mafia?".

Anzitutto la saga continua, e già nella strip seguente Gek se la spassa a Mondello, in quella dopo si scontrerà con due palermitani che gli parlano in dialetto e successivamente ci saranno grandi sorprese con Arancine e quant’altro, inoltre Max Brighel mi ha anche lasciato il via libera per fare restare Gek a Palermo quanto voglio, quindi ho delle idee pazzesche per come fare andare avanti questa storia dopo che avrà avuto il faccia a faccia con me, Manlio e Cecilia.

Tornando alla questione originale, posto qui stralci delle mie due risposte, per chiarire definitivamente il mio punto di vista al riguardo:

Ovviamente, è tutto un gioco, l’ironia è una dote che non dovremmo mai dimenticare, e per quanto mi riguarda fa più male far finta di nulla o parlare soltanto di certe cose in maniera retorica e banale.
Sono fiero di essere palermitano, ne ho scritto parecchio e continuerò a farlo, e come nella satira o in altre espressioni artistiche di natura comica (basta pensare a Ficarra e Picone) non credo sia male fare qualche battuta del genere.
Inutile dire che a Palermo non ci sia mafia, ma è nello stesso tempo inutile per me inutile esprimermi banalmente, costruendo magari qualche polpettone stile La Piovra o cose del genere, dipingendo ad esempio una Palermo irreale.
Vivo a Palermo e penso di conoscerla molto bene, la amo, ne conosco pregi e difetti, e, come con un vecchio amico, mi posso anche permettere di prenderla un po’ in giro.

In ogni caso chiedo sinceramente scusa a chiunque abbia pensato volessi offenderla.

Per tutti i palermitani che volessero discuterne davanti ad un gelato, vado anche spesso a disegnare la sera per i bambini all’Agricantus, basta scrivermi e vi saprò dire quando sarà la prossima volta.

Annunci

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...