Un film ben fatto è un capolavoro?

Più passa il tempo, più il livello si alza, ma io non riesco a non pensare quanto incredibile potesse sembrare il Viaggio sulla Luna di Méliès e quanto ridicolo possa sembrare a un giovane d’oggi.

Gli effetti speciali diventano sempre più realistici, le sceneggiature più sofisticate, la fotografia impeccabile, il montaggio come un meccanismo a orologeria e i movimenti di macchina sempre più fluidi, dunque, se un regista è bravo, potrà sfruttare queste e mille altre meraviglie tecniche per rendere il suo prodotto straordinario.

Come dico sempre, un brutto disegno a matita inchiostrato bene diventa un bel disegno, mentre un buon disegno a matita inchiostrato male è rovinato per sempre.

Christopher Nolan non è solo bravo, è bravissimo, così tutti urlano al capolavoro per questo film che, sia chiaro, è un bel film, ma per quanto mi riguarda non è affatto il film perfetto che già si dice in giro (voce che fra qualche anno sarà certamente stemperata, quando dicevo che Superman Returns faceva vomitare, molti, presi dall’entusiasmo del momento, non volevano accettarlo mentre adesso hanno capito la porcheria che avevano davanti).

E’ sempre difficile criticare qualcosa che piace, soprattutto perchè se ti metti a farlo si pensa automaticamente che critichi qualcosa solo perchè non ti è piaciuta, messo dunque in chiaro questo continuo con la mia analisi.

Anzitutto, come nel primo film, non mi va giù Batman, e in teoria essendo il protagonista è un  dato un tantinello rilevante.

L’uomo pipistrello dovrebbe essere la mente più intelligente del pianeta, un detective, invece in questi due film è solo un riccone che paga altri per pensare al posto suo, per costruirgli automobili, per ideare il suo stesso logo, per gestirgli l’impero finanziario, questa cosa mi sta davvero sulle palle, tanto vale che Morgan Freeman faccia Batman, se la caverebbe meglio.

La storia d’amore è ridicola, Batman non ha bisogno di questo, non nella maniera di Spider-Man, non col discorsetto stile "non posso stare con te perchè da un grande potere derivano grandi responsabilità", è un ingrediente aggiunto fastidioso che in questo secondo hanno decisamente sedato, ma sia il cambio di attrice, sia il fatto che PALESEMENTE cercavano di correggere l’errore del primo, mettendo l’intreccio rosa un po’ più in secondo piano (aggiungendo però il brav’uomo che sta con la stessa donna e che diventerà poi cattivo, stile Norman Osborn/Mary Jane, tanto per insistere…) mi ha infastidito maggiormente. Lei non doveva esserci e basta, e se proprio si son resi conto che era un personaggio del cazzo tanto valeva fare in stile Tim Burton con Kim Basinger: non ne parliamo più.

La colonna sonora è pessima, puo’ sembrare poco importante, ma non lo è affatto. Batman non ha un nuovo tema musicale, se volevano cancellare il bel ricordo dei film di Burton dovevano per prima cosa trovare un tema riconoscibile, non averlo fatto continuerà a far fare all’infinito paragoni con quei due film.

Sul doppiaggio siamo d’accordo tutti, Santamaria fa cagare pesantemente, è giusto dirlo su tutti i blog così magari qualche suo agente potrebbe incappare in una delle nostre pagine facendo qualche ricerca su Google. Ci vorrebbe la Doppiaggio’s Cut, o un doppio audio nel DVD, con un doppiatore decente, sarebbe bello.

Gotham City NON E’ COSI’! Cazzo, Gotham è scura, tetra, è fatta di pietra e ferro, non di cemento e vetro, quella è New York, o Boston, Gotham non è affatto così e ODIO questa Gotham.

La trama a metà film si inceppa, peccato, eravamo in tre e per mezz’ora dall’inizio del secondo tempo, dopo quello che sembrava il finale, non abbiamo capito una mazza, le due sottotrame sono state legate molto male, mentre invece separatamente sono state sviluppate bene, riuscendo per la prima volta a ficcare due cattivi in maniera decorosa.

Inoltre, non ditemi che l’avvenimento clou di metà film (chi l’ha vista capirà) è raccontato bene, lui non batte un ciglio e si fa i cazzi suoi, vabbè…

Il montaggio era perfetto tranne che per il Joker, chi ha l’occhio allenato capirà bene come me che NON hanno tagliato quel che avrebbero tagliato se lui fosse ancora vivo, il che comporta, specie nella seconda parte, alcune lungaggini inutili.

Però diamine se il Joker non è perfetto…

Tutta questa roba l’ho detta perchè non riesco ad urlare al capolavoro se ci sono tutti questi elementi che non sono dritti come dovrebbero essere.

Sicuramente è un GRAN film, e, ripeto, sarà dura dopo tutto quel che ho scritto convincere la gente che mi sia piaciuto sul serio, mi è pure piaciuto parecchio, ma sono uno scassaminchia. E il primo commento sarà qualcosa del tipo "sì, sei uno scassaminchia :)", solo che ora scriverlo sarà inutile.

Annunci

20 Risposte

  1. anonimo

    Beh Sergi a me è piaciuto Hellboy 2 ma non c’entra molto con il fumetto e per questo posso tirarti fuori dieci cagate che mi hanno fatto innorridire. Però alla fin fine è stato moooolto divertente e quindi mi è piaciuto.

    Eh come siamo complicati…

    Elo

    luglio 30, 2008 alle 3:21 pm

  2. foolys

    ecco, per me hellboy 2 è veramente un pessimo film 🙂

    luglio 30, 2008 alle 3:37 pm

  3. anonimo

    A me è sempre piaciuto un solo Joker, ovvero quello di Alan Moore, con le origini narrate in “The Killing Joke” per intenderci. Quindi il magnifico villain di questo film non può comunque piacermi come Joker, e questo è quanto. Per il resto sono perfettamente d’accordo con quello che dice Sergio, ovvero bel film fino a un certo punto ma (ri)cucito male. In alcuni momenti del secondo tempo ho creduto di rivivere il trauma provocatomi da quella cacata di Spiderman 3 (che cavolo di delusione che è stata quella!)
    Lobo

    luglio 30, 2008 alle 3:48 pm

  4. foolys

    spiderman 3 è sull’orlo del baratro, sceneggiatura pessima votata a un villain infilato a forza, che peccato…

    luglio 30, 2008 alle 3:54 pm

  5. eg0nemo

    finisco all’inferno se confesso di aver sempre considerato l’intero personaggio di batman più inutile di uno scolapasta senza i buchi?

    luglio 30, 2008 alle 6:27 pm

  6. anonimo

    è un bel film
    stop

    luglio 31, 2008 alle 5:02 am

  7. Enrychan

    Non sono assolutamente d’accordo con te. Come si fa a dire: Gotham è di pietra e ferro, non potete farmela diventare di vetro e acciaio? Gotham non esiste se non nella nostra fantasia, e nella nostra fantasia può diventare quello che vogliamo. Ti è sembrato che questa Gotham fosse meno oscura di quella di Tim Burton? Perché Nolan l’ha resa tale ad un livello più intimo: l’ha resa oscura nel cuore della gente. Come potrebbe essere nella realtà, anzi, come sicuramente è nella realtà visti i tempi in cui viviamo. Ci vuole un attimo più di sensibilità per riuscire a cogliere questo livello.
    Lo stesso discorso riguardo alla storia d’amore. Io non sono una grande sostenitrice del romanticismo e chi mi conosce lo sa, odio le smancerie, e se vogliamo dirla fino in fondo il personaggio di Rachel non mi ha fatto impazzire (anche se sempre meglio che nel primo film, abrrrr); ma perché dire che “Batman non ne ha bisogno”? Per quale motivo? Il fascino eterno di Batman sta proprio nella sua spiccata umanità, rispetto a tanti altri supereroi. E’ un uomo, e come tale non vedo perché non possa innamorarsi (senza contare che in questo film lei recita un ruolo fondamentale nel cambiamento in negativo di Dent/DueFacce; cambiamento in fin dei conti MOLTO più credibile rispetto a quello raccontato nel fumetto). E sempre riguardo alla sua umanità, ho trovato molto credibile che si facesse aiutare, nella sua missione, da gente qualificata (Freeman), dal momento che Bruce non è Superman, non si strappa la camicia per scoprire una B e poi volar via. E la storia di Batman “rapidissimo furbissimo giustissimo combatte con lealtà con caparbietà con abilità” è semplicemente roba da cartone animato per bimbi (di cui tra l’altro sono fan da quando ero alta una spanna!). 🙂
    Inutile arroccarsi su posizioni “Batman è così e così, non così e così”. E’ una fortuna che esista la reinterpretazione. Senza la reinterpretazione, l’intera storia dell’arte non esisterebbe.^^;

    luglio 31, 2008 alle 8:36 am

  8. foolys

    beh, ma i supereroi, come dire, sono tutti molto simili fra loro, se elimini delle caratteristiche peculiari di uno e lo fai assomigliare a un altro…

    luglio 31, 2008 alle 10:20 am

  9. MAiS2

    mhmhmhm non puoi.

    luglio 31, 2008 alle 12:05 pm

  10. Enrychan

    beh, ma i supereroi, come dire, sono tutti molto simili fra loro, se elimini delle caratteristiche peculiari di uno e lo fai assomigliare a un altro…

    Perché, a chi somiglierebbe questo Batman? è_è A Spiderman? Da grandi poteri derivano grandi responsabilità? è_è
    A me sembra più che altro “Da grandi ideali derivano un bel po’ di casini”. Senza contare che è stato anche approfondito il concetto (meravigliosamente complicato) del “cattivo” come “doppio” dell’eroe, e dell’eroe che rischia di diventare a sua volta il cattivo: infatti il personaggio stesso di Batman, fin dalle sue origini, è proprio giocato sull’ambiguità del suo concetto di giustizia/vendetta e sul fatto che probabilmente uno che scorrazza in giro per i tetti vestito da pipistrello per punire i cattivi, è più pazzo dei pazzi che insegue. In questo senso, sono piuttosto gli ultimi sviluppi della saga di Spiderman a scopiazzare quello che Batman è sempre stato… non il contrario. XD

    luglio 31, 2008 alle 1:14 pm

  11. foolys

    il cattivo non c’entra. fare una storia d’amore dove lui non puo’ stare con lei perchè è batman significa ricalcare il rapporto fra peter parker e mary jane, e mettere un altro futuro cattivo che sta con la ragazza in questione è ricalcare il rapporto fra peter parker e harry hosborn, batman ha caratteristiche totalmente diverse, è un playboy ossessionato dalla morte dei genitori e dal ripulire la sua città, questa è l’essenza di batman, e mica è una mia idea, è la sua caratteristica peculiare, la storia d’amore puoi anche mettermela, ma non COME quella di spiderman, basta vedere iron man per vedere come fare UN ALTRO tipo di storia d’amore, di possibilità ce ne sono parecchie 🙂

    luglio 31, 2008 alle 2:26 pm

  12. Enrychan

    Continuo a non capire. Quella del playboy è una recita anche nel fumetto, per allontanare ogni sospetto che lui possa essere Batman (che poi passi davvero da una donna all’altra non significa che non possa innamorarsi). Inoltre, francamente proprio non vedo tutta questa corrispondenza tra Rachel e Mary Jane, a parte il fatto che entrambe mi fanno venire i nervi. A volte. XD

    luglio 31, 2008 alle 4:34 pm

  13. foolys

    e che lei non possa star con lui perchè è batman, e da un grande potere etc…
    è lì il nodo cruciale A_A

    cmq dai, mica lo odio 😀

    luglio 31, 2008 alle 5:15 pm

  14. millecanali

    Beh, concordo in pieno sull’importanza della reinterpretazione. Però… se Batman è in quel modo e Gotham City in quell’altro modo… e se vuoi rivedere a modo tuo colori e suoni della città, e sentimenti e umori del pipistrellone… allora non chiamarlo più “Batman”, ma “Batman by Enrychan” o “Batman Brother’s” o “Fac-simil-batman” o come altro vuoi. Se reinterpreti Batman e lo stravolgi, non è più lui. Secondo me. Ah, non ho visto il film e mai lo vedrò, perchè sia i fumetti, che i telefilm, che i cartoni di Batman mi sono sempre stati un bel po’ sul culetto. Preferisco il Punitore. Anche se è molto meno acclamato e osannato. Ah, caro Foolys, è vero: “Sì, sei uno scassaminchia :)”

    luglio 31, 2008 alle 7:39 pm

  15. anonimo

    secondo me il fatto che lei nn possa stare cn lui è dovuto al fatto che lui è gayo, insomma battimanni è sempre stata un’icona gaya e sempre lo sarà, trallallerutrallallà!
    eloelo in quantità

    agosto 1, 2008 alle 3:50 pm

  16. anonimo

    sei uno scassaminchia 😉

    agosto 2, 2008 alle 3:07 pm

  17. anonimo

    sono d’accordo con te su tutta la linea. ha troppi elementi che lo fanno allontanare dal “capolavoro”, come sbandierato.
    Per certe ho trovato mooooolto più coerente, equilibrato e, ovviamente, appassionante (quindi che fa identificare maggiormente lo spettatore con il protagonista) IRONMAN.
    Non so sei d’accordo con me….

    Manlio

    agosto 4, 2008 alle 10:59 am

  18. anonimo

    Ironman è un gran bel film, si si. Batman .. diamine, è servito a idealizzare la figura di Ledger, stop. Se si criga al capolavoro per osannare la figura del Joker, bhè, mi sembra un pò riduttivo. Il culto di immagine del biondino non servirà di certo a riportarlo in vita e poi, se proprio vogliamo dirla tutta .. Joker non è quello ! Joker è uno sschizofrenico, Joker deve ridere, deve scoppiare dal ridere. Questo è oscuro, buio, non fa mai un sorriso. Sembra un dannato idiota che se ne sta lì a crogiolarsi in quel vortice di pazzia che è la sua mente; Joker NO ! Il vero è un casinaro ! E` quello che non tace mai, che non si arrende mai, che anche quando è in paricolo sbeffeggia Batman. Scusate se è poco ..

    agosto 7, 2008 alle 10:40 am

  19. foolys

    son d’accordo con manlio, iron man ha meno magagne, con questo non voglio dire che sia meglio, perchè questo batman è certamente più sofisticato e raffinato, però come struttura è più bucato, sì…

    agosto 7, 2008 alle 8:58 pm

  20. anonimo

    Sono solo nerdate!!

    agosto 10, 2008 alle 9:32 am

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...