Archivio per luglio, 2008

Un film ben fatto è un capolavoro?

Più passa il tempo, più il livello si alza, ma io non riesco a non pensare quanto incredibile potesse sembrare il Viaggio sulla Luna di Méliès e quanto ridicolo possa sembrare a un giovane d’oggi.

Gli effetti speciali diventano sempre più realistici, le sceneggiature più sofisticate, la fotografia impeccabile, il montaggio come un meccanismo a orologeria e i movimenti di macchina sempre più fluidi, dunque, se un regista è bravo, potrà sfruttare queste e mille altre meraviglie tecniche per rendere il suo prodotto straordinario.

Come dico sempre, un brutto disegno a matita inchiostrato bene diventa un bel disegno, mentre un buon disegno a matita inchiostrato male è rovinato per sempre.

Christopher Nolan non è solo bravo, è bravissimo, così tutti urlano al capolavoro per questo film che, sia chiaro, è un bel film, ma per quanto mi riguarda non è affatto il film perfetto che già si dice in giro (voce che fra qualche anno sarà certamente stemperata, quando dicevo che Superman Returns faceva vomitare, molti, presi dall’entusiasmo del momento, non volevano accettarlo mentre adesso hanno capito la porcheria che avevano davanti).

E’ sempre difficile criticare qualcosa che piace, soprattutto perchè se ti metti a farlo si pensa automaticamente che critichi qualcosa solo perchè non ti è piaciuta, messo dunque in chiaro questo continuo con la mia analisi.

Anzitutto, come nel primo film, non mi va giù Batman, e in teoria essendo il protagonista è un  dato un tantinello rilevante.

L’uomo pipistrello dovrebbe essere la mente più intelligente del pianeta, un detective, invece in questi due film è solo un riccone che paga altri per pensare al posto suo, per costruirgli automobili, per ideare il suo stesso logo, per gestirgli l’impero finanziario, questa cosa mi sta davvero sulle palle, tanto vale che Morgan Freeman faccia Batman, se la caverebbe meglio.

La storia d’amore è ridicola, Batman non ha bisogno di questo, non nella maniera di Spider-Man, non col discorsetto stile "non posso stare con te perchè da un grande potere derivano grandi responsabilità", è un ingrediente aggiunto fastidioso che in questo secondo hanno decisamente sedato, ma sia il cambio di attrice, sia il fatto che PALESEMENTE cercavano di correggere l’errore del primo, mettendo l’intreccio rosa un po’ più in secondo piano (aggiungendo però il brav’uomo che sta con la stessa donna e che diventerà poi cattivo, stile Norman Osborn/Mary Jane, tanto per insistere…) mi ha infastidito maggiormente. Lei non doveva esserci e basta, e se proprio si son resi conto che era un personaggio del cazzo tanto valeva fare in stile Tim Burton con Kim Basinger: non ne parliamo più.

La colonna sonora è pessima, puo’ sembrare poco importante, ma non lo è affatto. Batman non ha un nuovo tema musicale, se volevano cancellare il bel ricordo dei film di Burton dovevano per prima cosa trovare un tema riconoscibile, non averlo fatto continuerà a far fare all’infinito paragoni con quei due film.

Sul doppiaggio siamo d’accordo tutti, Santamaria fa cagare pesantemente, è giusto dirlo su tutti i blog così magari qualche suo agente potrebbe incappare in una delle nostre pagine facendo qualche ricerca su Google. Ci vorrebbe la Doppiaggio’s Cut, o un doppio audio nel DVD, con un doppiatore decente, sarebbe bello.

Gotham City NON E’ COSI’! Cazzo, Gotham è scura, tetra, è fatta di pietra e ferro, non di cemento e vetro, quella è New York, o Boston, Gotham non è affatto così e ODIO questa Gotham.

La trama a metà film si inceppa, peccato, eravamo in tre e per mezz’ora dall’inizio del secondo tempo, dopo quello che sembrava il finale, non abbiamo capito una mazza, le due sottotrame sono state legate molto male, mentre invece separatamente sono state sviluppate bene, riuscendo per la prima volta a ficcare due cattivi in maniera decorosa.

Inoltre, non ditemi che l’avvenimento clou di metà film (chi l’ha vista capirà) è raccontato bene, lui non batte un ciglio e si fa i cazzi suoi, vabbè…

Il montaggio era perfetto tranne che per il Joker, chi ha l’occhio allenato capirà bene come me che NON hanno tagliato quel che avrebbero tagliato se lui fosse ancora vivo, il che comporta, specie nella seconda parte, alcune lungaggini inutili.

Però diamine se il Joker non è perfetto…

Tutta questa roba l’ho detta perchè non riesco ad urlare al capolavoro se ci sono tutti questi elementi che non sono dritti come dovrebbero essere.

Sicuramente è un GRAN film, e, ripeto, sarà dura dopo tutto quel che ho scritto convincere la gente che mi sia piaciuto sul serio, mi è pure piaciuto parecchio, ma sono uno scassaminchia. E il primo commento sarà qualcosa del tipo "sì, sei uno scassaminchia :)", solo che ora scriverlo sarà inutile.


3 anni

3 anni di blog.
Incredibile.
Tanti auguri a me? Tanti auguri a lui? Non lo so…

So solo che ho scritto tantissimi diari fino ai miei 17-18 anni, poi ho smesso, e mi sono sempre dispiaciuto di non trovare più stimoli per raccogliere impressioni e avvenimenti.

Il blog ha rinnovato il mio interesse nella scrittura, ovviamente con una direzione un po’ meno intimista, nel senso che non sto qui a scrivere cosa faccio ogni giorno, ma quando ho voglia di imprimere un momento o una sensazione so che posso contare su queste pagine, magari con qualche post enigmatico o con qualche immagine misteriosa, e non riesco più a farne a meno, almeno non ancora, riuscendo a mantenere una media che non avrei immaginato all’inizio.

Comunque.

Oggi sono a Messina, e ho disegnato tre tavole, attendo ansioso alcune risposte ma vado avanti con un nuovo lavoro.

Alla prossima!



Mikido!

E’ appena uscito in Francia, ed è il motivo del mio massacro di qualche mese fa, 36 tavole, di cui 26 cleanup (su layout di Paolo Campinoti) e 36 tavole a colori in due mesi.

E’ qualcosa di completamente diverso dalle mie ultime produzioni disegnate, ma in realtà non ho mai fatto qualcosa del genere solo perchè non capitava l’occasione.

Purtroppo, per una simpatica dimenticanza (dato che nei disegni sono intervenuto in corsa), spunto solo come colorista, anche se il mio nome è invece sulla cover (cosa che per i coloristi non accade mai in Francia). Mi sono molto intristito quando ho avuto il volume fra la mani… figuriamoci adesso che leggo anche le prime recensioni…

In ogni caso, il termine massacro si addice sul serio, dovevo fare due tavole al giorno, e non ho avuto tempo di studiare i personaggi, li ho letteralmente imparati a disegnare durante la realizzazione delle tavole, difatti, come dire, miglioro di tavola in tavola, fermo restando che il tempo era pochissimo e che mi sarebbe piaciuto dedicarmici un po’ di più.

In ogni caso.

Mikido è un serial a cartoni animati francese, a mio avviso molto ben fatto, ecco il trailer:

Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Ed ecco la cover:



Room

Guardate quanto è ridicola al momento la mia postazione di lavoro:

Causa braccio dolente, ho bisogno di un piano d’appoggio più lungo dela scrivania, così ho fatto un prolungamento i cui supporti, come potete notare sono vari Berserk (che poggiano sul ripiano scorrevole), che fra l’altro fanno anche da spessore per aggiustare il dislivello e poggiare tastiera e tavoletta.

Dopo la sorpresina dell’HD (che ancora sopravvive, ma non uso proprio), ho approfittato del trasferimento dati per acquistare e sistemare una vetrinetta per i miei gashapon e affini.

Ho realizzato che ne ho un bel po’.

CHI RICONOSCE PIU’ PERSONAGGI VINCE UN NON-PREMIO!


Quelle giornate da dimenticare…

HD in crash, tutto il giorno a trasferire dati…


16 anni…

…e mi sembra ieri…