Live: L'Aura

Ok, dato che ormai mi capita piuttosto frequentemente di vedere concertini e concertoni, ho deciso di iniziare a fare delle piccole recensioni; quest’anno mi era già capitato di vedere Stefano Bollani+Petra Magoni+Ferruccio Spinetti+Enrico Rava+I Visionari, poi Magoni & Spinetti a solo e infine Francesco di Giacomo/Rodolfo Maltese/Maurizio Pizzardi.

Sabato sera è toccato a L’Aura, una giovane promessa che seguo con piacere ed interesse dai suoi esordi; il suo primo album – Okumuki – mi aveva particolarmente toccato in alcuni passaggi e canzoni, ed il secondo – Demian – ha confermato le mie aspettative.
Si tende un pò troppo spesso ad accomunarla ad Elisa, causa somiglianza a tratti della voce addizzionata ad un’inquietante somiglianza fisica, ma penso che questa povera ragazza ne abbia le scatole piene di questo confronto, soprattutto perchè musicalmente va invece in direzioni molto diverse, specie nel secondo album, con bellissime sfumature jazzate. Anche la voce, nelle tonalità alte si spezza e si sporca in maniera gradevolissima, con reminiscenze che inizialmente andavano spesso verso Tori Amos, mentre adesso ha acquistato una personalità tutta sua.

Il Live era curioso, seguo il suo blog e già sapevo di questa formazione di soli 3 archi, un flauto e lei che ogni tanto suona il piano, gli arrangiamenti erano davvero ben fatti in questa versione, e lei è stata tecnicamente impressionante, assolutamente perfetta, notevole.
Di contro, chi la segue sa bene che la media dei suoi pezzi è già abbastanza "morbida", così il pubblico palermitano è stato un pò maleducato rumoreggiando con un brusio di fondo particolarmente fastidioso, portandola addirittura a dire "so che le mie non sono canzoni da sabato sera"…in realtà la colpa è da imputare al locale che aveva il bar aperto, e quindi chi era lì per aver ascoltato quei due o tre singoli movimentati più conosciuti probabilmente andava a farsi una birra nell’attesa delle note familiari.
Conto su di lei, vedo che è in continua maturazione e mi aspetto grandi cose, soprattutto ha il potere di essere riuscita a creare due o tre atmosfere che mi hanno molto colpito emotivamente, e anche ieri sera ha toccato felicemente alcune corde.

Annunci

4 Risposte

  1. eg0nemo

    Mmh la grafica dell’album ricorda molto quella dei dischi di bjork …

    febbraio 4, 2008 alle 10:08 am

  2. anonimo

    nuooh io volevo andarci é_è
    era ai candelai vero?
    peccato…
    cmq mi è piaciuto di + il secondo di album ^_^

    ciauu

    febbraio 4, 2008 alle 10:08 pm

  3. anonimo

    arrrh..!
    splinder malandrino è__é
    è la mille millesima volta che mi da problemi… grr
    Oruby/Kya/Chiara

    febbraio 4, 2008 alle 10:10 pm

  4. anonimo

    anche a me è piaciuta molto, peccato per l’acustica e il brusio…
    evidentemente non ricordavi chi fossi, quando ti ho rivolto la parola, ma in effetti sono passati circa sette anni, io bazzicavo sempre al teknodrome, a quei tempi e mi piaceva tanto (come continua a piacermi) scarabocchiare…
    Santo.

    febbraio 5, 2008 alle 7:56 pm

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...