Archivio per dicembre, 2007

2007

Siamo giunti al 31 dicembre, ed è ora di fare qualche bilancio…
Anno veramente strano questo 2007, per me.

È l’anno di una sinistra che è riuscita a farmi dubitare della frase "alle elezioni ho votato il male minore".
È l’anno della morte di Mike Wieringo, uno dei miei disegnatori americani preferiti ed in assoluto uno dei più sinceri e devoti al fumetto.
È l’anno in cui viene arrestato Salvatore Lo Piccolo.
È l’anno della vincita di Giovanni Di Gregorio come miglior sceneggiatore per Brancaccio.
È l’anno in cui Annamaria Franzoni viene condannata a 16 anni di detenzione ed è ancora in giro.
È l’anno dell’uscita di Spider Man 3, che purtroppo non è minimamente all’altezza dei primi due.
È il trentesimo anniversario dell’uscita di due canzoni storiche quali We Will Rock You e We are the Champions, nonchè trentesimo anniversario dell’esplosione del Punk.
È l’anno della morte di Filippo Raciti, per dimostrare ancora una volta quanto sia facile strumentalizzare un evento creando delle forti classificazioni.
È l’anno della reunion dei Led Zeppelin.
È l’anno dell’uscita del film dei Simpson.
È l’anno della nascita del nuovo partito di Silvio Berlusconi.
È l’anno dell’uscita de Il Giocatore, libro a fumetti disegnato da Gianni Allegra.
È l’anno in cui Dario Argento trova la forza ed il coraggio di chiudere la trilogia aperta con Suspiria e Inferno.
Poi.
In maniera strettamente personale:
È l’anno che ho passato maggiormente a Roma.
È l’anno in cui è uscito Pioggia d’estate per gli Humanoidi.
È l’anno in cui ho stravolto totalmente la mia vita privata.
È l’anno in cui ho sofferto la più grossa batosta a livello professionale della mia vita, che mi ha portato alla più grossa crisi e perdita di fiducia nel mestiere del fumettista.
È l’anno della rinascita di Kinart.
È l’anno dell’uscita di Epictete.
È l’anno in cui ho iniziato ad insegnare più assiduamente alla Scuola del Fumetto.
È l’anno in cui abbiamo finalmente iniziato a lavorare su X-Campus.
È l’anno in cui ho ricevuto lodi e commenti esageratamente positivi tali da illudermi profondamente sul mio furuto.
È l’anno in cui sono salito per la prima volta a Torino, a casa di mio fratello.
È l’anno in cui ho rivisto tutti i miei zii e molti altri parenti e amici di vecchia data.
È l’anno dello scoccare del mio ultimo anno da ventenne.
È l’anno dell’uscita del primo fumetto della mia bella Mais.
È l’anno di V for Fumetto.
È l’anno in cui ho visto più concerti gratis e di alta qualità della mia vita.
È l’anno in cui sono stato disattivo per più tempo da 7 anni a questa parte.
È l’anno della morte di una delle persone che mi era più cara al mondo.
È l’anno dei sensi di colpa all’ennesima potenza.
È l’anno in cui sono riuscito a passare due mesi buoni di tranquillità e felicità assoluta.
È l’anno delle Ragazze col Fucile.
È l’anno in cui ho ripreso a suonare con vecchi amici.
È l’anno in cui ho cambiato grafica al blog.
È l’anno dei capelli più corti che abbia mai avuto.
È l’anno in cui ho imparato a fare il sushi a casa.
È l’anno in cui ho perso 16 chili e ho ricominciato ad indossare la taglia M.
È l’anno in cui Alice e Marco, prima, Filippo e Alessandra, poi, hanno deciso di sposarsi, e l’anno in cui Fabio e Daniela e Enza e Giuseppe l’han fatto.
È l’anno della nascita del secondo bimbo di Sabina.
La media fatela voi.
Ci si vede l’anno prossimo, grazie a tutti πŸ™‚

Annunci

In che film sono?

Giochino di fine anno.
Indovinate sul set di quale film, e magari in che scena, sono.
Mi ci sono fatto portare apposta πŸ˜€

Il vincitore sarà premiato con la mia ammirazione.


Kinart SOLO IL FORUM

Benedetta fu la decisione di smistare Kinart in diversi sottosezioni, il blog, il forum etc…
Le visite su Kinart questo mese hanno raggiunto il massimo storico esaurendo la banda mensile del nostro host, così momentaneamente, fino al 31, il dominio http://www.kinart.it non è accessibile.
Per fortuna è attivo il Forum, e sono attivi, in parte, i Tutorial, in parte perchè alcune immagini, specie quelle degli ultimi Tutorial, erano caricate direttamente sull’host incriminato.
Ma oggi la nostra cara webmaster ha acquistato un nuovo host, con una banda 100 volte superiore alla precedente, quindi a gennaio sarà tutto come prima.
Se non meglio.
Dato che, host nuovo, piattaforma nuova…
πŸ™‚


Ritorno a casa

Ma quanto lunga è stata questa giornata?
In tutto questo, mi sono ricordato che avevo lasciato completamente in sospeso il mio resoconto lucchese con l’ultima parte, ovvero il passaggio da Firenze.
Farò quindi adesso un veloce riassunto: dopo Lucca io e Mais siamo stati due giorni a Firenze. Fine. Non è vero…
In realtà ci sarebbe molto da dire, soprattutto sull’impatto devastante che ha avuto in me la visione di Piazza della Signoria, l’unica altra volta che mi ero commosso tanto risaliva alla Pietà a S. Pietro, ma non ho molte parole per esprimerlo, solo non lo dimenticherò mai.

Ho trovato Firenze una città bella, pratica e, soprattutto, terribilmente economica in proporzione al suo valore turistico.

Ma parliamo adesso di Torino…

Come preannunciato ho passato il Natale lì, in famiglia dopo 4 anni credo, la casa di mio fratello è molto carina, ma soprattutto c’erano riscaldamenti accesi a tutte le ore, il che era una gioia per la mia ormai assoluta intolleranza al gelo. Premio speciale: il termosifone esattamente accanto al cesso, in modo che abbassandosi i pantaloni ti ritrovavi immediatamente le gambe scaldate. Confortevole.
Il mio arrivo a Torino non è stato dei migliori, era una settimana che soffrivo di violenti mal di testa, che non andavano via neanche con novalgine e mesulid, mal di testa che poi ha anche rovinato, almeno a me, la cena a sorpresa per la laurea di Filippo e Alessandra e l’apertura dei regali con Mais, mal di testa che mi ha preoccupato così tanto che atterrato a Torino mi son fatto portare direttamente, udite udite, al Pronto Soccorso, mai che io abbia fatto una roba simile, sia chiaro, ma almeno dopo ore di attesa mi son sentito dire che la mia è una semplice ma fastidiosa emicrania dovuta, appunto, al freddo, e ho potuto constatare che al Pronto Soccorso di Torino ci sono medici gentili, precisi e incredibilmente affabili, cosa che a Palermo non se ne parla proprio.

Dopo questo straordinario primo tempo, abbiam passato il Natale lì, fra una giocata a carte e una partita a Super Mario con Federica. Ieri invece mi son visto con Pieshiro, amico palermitano anch’egli lì per parentado, con cui ho girato mezza giornata Torino, soffermandoci un bel pò al Museo del Cinema, che consiglio caldamente a tutti, una visita divertente, interattiva, affascinante, e ricca ricca ricca.

E stamattina ero a Stupinigi prima di partire, dove ho scattato alcune foto con colori veramente splendidi…



…e potuto vedere qualcosa che qui in Sicilia non esiste tranne che sulle Madonie, ovvero l’erba ghiacciata.
Bellissimo.


Natale a Torino

Mio fratello sta a Torino da anni.
Io, coerente alla mia linea editoriale, ovvero poco tempo a volte anche per andare in bagno, e viaggiare assolutamente solo in tappe legate ad appuntamenti o avvenimenti lavorativi (sia chiaro che non me ne vanto), non avevo ancora avuto dunque l’occasione per salire a trovarlo nella sua dimora, anche perchè spesso è lui a scendere, e quindi…
Gli ultimi 3 anni i miei son sempre saliti su da lui per Natale e Capodanno, io fra una scadenza ed un’altra, o come l’anno scorso nell’attesa di una risposta (che poi non è arrivata), ho quindi passato le feste "da solo", cioè, mai veramente da solo, intendo semplicemente non con loro.
Quest’anno son riuscito a ritagliarmi 3 giorni, e già il lavoro mi pesa sulle spalle, difatti salirò col portatile e mi peserà anche fisicamente sulle suddette, inoltre sembra che non avrò a disposizione alcun tipo di connessione, il che è una tragedia di dimensioni sovraumane ma spero di accomodare in qualche modo.
In ogni caso.
Saprete perchè non risponderò a email e messaggi per qualche giorno.
Anche su Kinart.
Byeee.


http://foolys.interfree.it//natale.swf


Fumetti sotto l'Albero 2007: un successo!!!

Fumetti sotto l’Albero quest’anno è andata veramente bene.
Ok, forse se non si rompeva la mia chitarra e non perdevo il cappello comprato il giorno prima poteva andar meglio, ma questa è una visione totalmente soggettiva…
E, in ogni caso, sono pienamente soddisfatto del risultato.

C’era davvero tanta gente.

La mostra è la più ricca che abbiamo mai installato, con circa 130 tavole appesa fra fumetti ed illustrazioni.image

Paola Cannatella, Roberto Di Salvo, Marco Failla, Aurelio Mazzara e Mais (che ha gestito anche il banchettino con albi e spillette) hanno disegnato ininterrottamente dalle 22:30 alle 2, li ringrazio ancora tantissimo.image

L’intermezzo musicale dei Good Company ha funzionato molto bene, grazie a Stefano, Vincenzo e Daniele (anche se in questa foto Daniele manca…).image

La presentazione di Inchiostro di Jack, Mono e Maschere è stata seguita con estrema attenzione.image

Abbiamo ufficializzato il Cosplay del prossimo 5 febbraio, presentato da Anna/Nausicaä.image

La mostra rimarrà, udite udite, fino al 6 febbraio, ovviamente sempre presso i locali del CCP Agricantus, che ringraziamo in blocco.image

La galleria di foto dell’evento sarà messa online fra venerdì e sabato.

Grazie!!!