Le disgrazie non vengono mai da sole…

E’ un pò che rifletto tristemente sulla piega che ha preso il mio blog, sul fatto che un blog dovrebbe essere una pagina aperta ai miei pensieri e che invece molte volte, essendo una persona sì estroversa ma nello stesso tempo molto riservata, non riesca ad usarlo per quello che dovrebbe essere il suo scopo primario, ovvero sfogarmi.
Parlo sempre di fumetti, o di cartoni animati, o di giocattoli e mille altre amenità che amo tanto e di cui vado fiero, e di conseguenza gli stessi lettori e amici che passano spesso da qui si sono ormai abituati, come me, ad un certo tono. Così, più di una volta, avrei voluto scrivere una certa incazzatura come una certa delusione, e mi è anche capitato di scrivere veri e propri post "fantasma", spariti dal web nel giro di 10 minuti al massimo.
E così adesso mi sento un pò castrato, perchè questi giorni sono stati un pò sotto la media, e perchè, come da titolo, le disgrazie non vengono mai da sole, io poi sono uno che riflette tanto, quindi un periodo buio si trasforma generalmente in un inferno, passando così al limite del lunatismo da un giorno in un modo e uno in un altro.
E così, faccio anche soffrire la gente che mi sta attorno, che magari un pò si strazia del fatto che non parlo molto, e poi…beh…poi arrivano anche degli amici che ti deludono profondamente, che ti trattano coi piedi, che ti fanno soffrire come delle bestie, che ti offendono e che non ti lasciano stare (solo), come vorresti stare in certi momenti, sempre sicuri del fatto che i propri problemi siano sempre peggiori di quelli degli altri. E il bello è che, probabilmente, solo perchè ho voglia (e anche il diritto) di sfogarmi un pò, darò adito (o alito) a ulteriori discussioni…

Annunci

2 Risposte

  1. anonimo

    Anche io ho tanti post fantasmi del mio periodo più nero. ma certe cose, che sono intime, o si tengono per se o si fanno agli amici quando ci si sente di farlo. l’amico è quello che ti dice: “che hai? quando ne vuoi parlare, io sono qui!” Ma il blog non è adatto a certi sfoghi.
    non è una castrazione, ma il blog potrebbe divntare un’alienazione, che ti abitua a sfogasrti solo ad una platea indistinta rischiando di isolarti dal tuo vero mondo (le persone che ti circondano).
    cmq, quando ne vuoi parlare…io sono qui!
    Rossana

    novembre 15, 2006 alle 11:39 am

  2. Cinicus

    Sergio, il mio numero ce l’hai, e sono anche abituato al turpiloquio più bieco, quindi non farti scrupoli!

    novembre 15, 2006 alle 11:59 am

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...