Claudione

Ho conosciuto Claudione tanti anni fa, così tanti ormai che non ricordo (cioè, magari se ci penso sì), ma il primo vero ricordo risale ad una vecchia Fiera del Fumetto a Termini Imerese, che non era neanche una fiera ma che per noi poteva essere come Lucca. Quella volta ci armammo in gruppo e andammo in macchina, con le nostre fotocopie da appendere, anzi, molti dovevano ancora fare le fotocopie, compreso me, e girammo un pò per cercare qualche cartoleria che le facesse.
Marco Failla era già una star, ha sempre disegnato bene, le sue tavole erano ovviamente pazzesche, io e Claudio lo ammiravamo in silenzio e ci rifugiavamo nell’angolo della nostra età più giovane, che adesso è una bazzecola ma che all’epoca poteva davvero essere una buona differenza.
Insomma, io e Claudio abbiamo praticamente la stessa età, e abbiamo iniziato a conoscere il "giro dei fumettisti palermitani" quando eravamo noi i più piccoli, ufficialmente anche più inesperti, la gente partiva per Milano e noi ancora non sapevamo come fare una riga dritta col pennello.
Con questa nomina, iniziammo a darci da fare per raggiungere gli altri, non disegnavamo molto bene, però eravamo dei grandissimi ed attentissimi lettori. Io conobbi Giuseppe Franzella, mi ci attaccai, e forse andai un pò più avanti, abbandonai quello che facevo prima e iniziai a studiare solo il disegno, iniziai Piccoli Brividi e ancora mi sento una merda quando penso che i disegni di Claudio invece non erano piaciuti molto. Poi accadde la stessa cosa, andò da Giuseppe, cambiò registro, studiò il disegno, e migliorava e stramigliorava a vista d’occhio. Alla fine è stato anche il primo ad ottenere un buon contratto da disegnatore per la Francia.
Io e Claudio ci siamo fatti un culo così, e ce lo continuiamo a fare, anche perchè non siamo assolutamente nessuno in mezzo al marasma di autori di fumetti, ma, sinceramente, ci basta avere la soddisfazione di guardarci indietro e pensare "cazzo quanta strada abbiamo fatto".
Stasera sfogliavo le tavole originali di Brancaccio, il lavoro che ha realizzato supportato dai testi e dal genio di quell’altro bastardo che risponde al nome di Giovanni Di Gregorio, non è la prima volta che le vedevo, ma è la prima volta che le vedevo tutte insieme, e mi sono emozionato.
E’ un lavoro eccezionale, espressivo e sincero, che pubblicheranno i ragazzi di Beccogiallo, editore coraggiosissimo che tutti dovreste conoscere, ed è bellissimo che io e Claudio abbiamo avuto nello stesso anno la possibilità di fare un lavoro che ci ha soddisfatti interiormente, e che ci ha lasciati liberi stilisticamente come quando avevamo 16 anni, solo con la forza di un pò più d’esperienza.

Annunci

4 Risposte

  1. anonimo

    Applausi: due grandi amici, due grandi fumettisti e due grandi persone.

    settembre 16, 2006 alle 3:25 pm

  2. plunkink

    Siete dei grandi … fate onore alla categoria 😀

    http://www.plunk.splinder.com

    settembre 17, 2006 alle 3:04 am

  3. foolys

    🙂 a tutti e due

    settembre 17, 2006 alle 3:40 am

  4. Cinicus

    Siete il dinamico duo palermitano!

    settembre 17, 2006 alle 6:17 pm

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...