Italia-Francia parte1

Dedico questa serie di Post a chi dice ancora in giro che non è vero che in Francia gli autori siano rispettati e trattati meglio:

Situazione1 (Francia):
"Ciao, abbiamo bisogno di qualcuno per questo volume, se ti va, vuoi fare una prova?"
"Ok"
"Sappi che ovviamente questa prova la stanno facendo altre due persone"
"Ok, eccola qui finita!
"Mon Dieu, è bellissima, scegliamo certamente te, ti offriamo Tanto"
"Io vorrei Tanto+Tanto"
"Facciamo Tanto+un Poco"
"No, ho detto che vorrei Tanto+Tanto"
(pausa)
"Ok, sappiamo che il tuo lavoro gioverà al volume. Va bene"

Situazione2 (Italia):
"Ciao, abbiamo bisogno di qualcuno per questo volume, se ti va, vuoi fare una prova?"
"Ok"
"Sappi che ovviamente questa prova la stanno facendo altre due persone"
"Ok, eccola qui finita!
"Cavolo, è bellissima, scegliamo certamente te, ti offriamo Tanto"
"Io vorrei Tanto+Tanto"
"Mi spiace, abbiamo riguardato le tavole e pensiamo vada meglio il secondo classificato"
"…ok…"
Dialogo col secondo classificato:
"Ciao, la tua prova è magnifica, ti offriamo Tanto-un poco"

Annunci

5 Risposte

  1. boccadombra

    Ah, ma perchè, a volte arrivano ad offrirti anche “Tanto-un poco”? Di solito non offrono soltanto poco, quando lo offrono, perchè tanto “bisogna credere nel progetto, oggi c’è la crisi nel mondo del fumetto, c’è il nuovo che avanza, il gomito del tennista e bla bla bla”?
    Credo che in questo “Italia-Francia”, non siamo noi i campioni del mondo…
    In realtà il problema è che il secondo accetta quel “Tanto-un poco”, abbassando la soglia e dei costi di realizzazione e, diciamocelo, magari della qualità nel panorama fumettistico. Educare gli editori rifiutando ogni tanto , male non sarebbe. La competitività non si acquisisce giocando al ribasso. Oppure pubblichiamo tutti in Francia :P.

    settembre 1, 2006 alle 12:34 pm

  2. anonimo

    tutta esperienza di vita vissuta immagino… ;-))

    settembre 1, 2006 alle 2:22 pm

  3. anonimo

    però che palle i francesi..

    settembre 1, 2006 alle 7:58 pm

  4. anonimo

    e se uno il francese non lo parla e non lo scrive che deve fare? magari morire di fame?

    settembre 5, 2006 alle 10:50 pm

  5. foolys

    io non parlo e scrivo il francese…la roba me la traducono, e in generale ci sono molti agenti che si occupano di questo 🙂

    settembre 6, 2006 alle 3:38 am

Searching for a Comment...

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...