Archivio per settembre, 2006

Italia-Francia parte6

Perchè loro amano Vittorio Giardino più di noi



…e perchè loro decidono di stampare questa copertina durante il festival di Angouleme 2005, quando Zep, che era il disegnatore del manifesto, si prodiga in un tributo del genere anzichè preoccuparsi di disegnare Titeuf e basta. Se non è amore questo…

Annunci

Kinart, lezioni di fumetto on line!

Kinart, on line da qualche mese, si propone come punto di riferimento per chi fa o vorrebbe fare fumetti, oltre che, ovviamente, per chi è semplicemente incuriosito dai procedimenti lavorativi che stanno dietro ad un albo stampato.

I Tutorial sono aggiornati periodicamente, potete trovarne già sul Disegno (di Sergio Algozzino, Roberto Di Salvo e Maurizio Clausi), sull’Inchiostrazione (di Marco Failla), sulla Colorazione Digitale (di Cecilia Giumento), sul Lettering (di Maurizio Clausi), sui Pantoni (di Alessandra Criseo), e aumenteranno esponenzialmente con grandi collaborazioni e sorprese, come i MaxiTutorial di serie che usciranno nel prossimo futuro; lo scopo è quello di concentrarsi non soltanto sui passaggi standard (matita, china, colore, lettering), ma soprattutto su tutti quei piccoli procedimenti che normalmente non appaiono sui libri, dall’utilizzo del Tavolo Luminoso a come usare il Correttore.

Ecco allora la sezione Presentarsi ad un Editore, con consigli che andranno dallo sviluppo di un progetto a come organizzare il proprio Book.
Consigli dallo Staff è invece dedicata a chiunque volesse fare qualche domanda specifica o togliersi una semplice curiosità, o postare un proprio disegno per ricevere un commento critico.

Ogni iscritto ha la possibilità di costruirsi facilmente una Gallery, sia di Disegni che di Sceneggiature, e ovviamente il Forum tiene tutti in contatto per fare annunci, proposte di lavoro, o più semplicemente per parlare di quel che si vuole.


Colorato da Cecilia, disegnato per un progetto che ormai non penso andrà più avanti, mi seccava rimanesse inedito..


Omaggio a Pratt2

La squadra da me convocata per l’Omaggio a Corto Maltese è questa:

Claudio Stassi
Michela De Domenico
Denis Medri
Michela Da Sacco
Bombo!
Alessandra Criseo
Carmine Di Giandomenico
Mabel Morri
Francesco Abrignani

E questo è il mio:

Presto su Kinart vedrete i tutorial della lavorazione di queste illustrazioni!


Claudione

Ho conosciuto Claudione tanti anni fa, così tanti ormai che non ricordo (cioè, magari se ci penso sì), ma il primo vero ricordo risale ad una vecchia Fiera del Fumetto a Termini Imerese, che non era neanche una fiera ma che per noi poteva essere come Lucca. Quella volta ci armammo in gruppo e andammo in macchina, con le nostre fotocopie da appendere, anzi, molti dovevano ancora fare le fotocopie, compreso me, e girammo un pò per cercare qualche cartoleria che le facesse.
Marco Failla era già una star, ha sempre disegnato bene, le sue tavole erano ovviamente pazzesche, io e Claudio lo ammiravamo in silenzio e ci rifugiavamo nell’angolo della nostra età più giovane, che adesso è una bazzecola ma che all’epoca poteva davvero essere una buona differenza.
Insomma, io e Claudio abbiamo praticamente la stessa età, e abbiamo iniziato a conoscere il "giro dei fumettisti palermitani" quando eravamo noi i più piccoli, ufficialmente anche più inesperti, la gente partiva per Milano e noi ancora non sapevamo come fare una riga dritta col pennello.
Con questa nomina, iniziammo a darci da fare per raggiungere gli altri, non disegnavamo molto bene, però eravamo dei grandissimi ed attentissimi lettori. Io conobbi Giuseppe Franzella, mi ci attaccai, e forse andai un pò più avanti, abbandonai quello che facevo prima e iniziai a studiare solo il disegno, iniziai Piccoli Brividi e ancora mi sento una merda quando penso che i disegni di Claudio invece non erano piaciuti molto. Poi accadde la stessa cosa, andò da Giuseppe, cambiò registro, studiò il disegno, e migliorava e stramigliorava a vista d’occhio. Alla fine è stato anche il primo ad ottenere un buon contratto da disegnatore per la Francia.
Io e Claudio ci siamo fatti un culo così, e ce lo continuiamo a fare, anche perchè non siamo assolutamente nessuno in mezzo al marasma di autori di fumetti, ma, sinceramente, ci basta avere la soddisfazione di guardarci indietro e pensare "cazzo quanta strada abbiamo fatto".
Stasera sfogliavo le tavole originali di Brancaccio, il lavoro che ha realizzato supportato dai testi e dal genio di quell’altro bastardo che risponde al nome di Giovanni Di Gregorio, non è la prima volta che le vedevo, ma è la prima volta che le vedevo tutte insieme, e mi sono emozionato.
E’ un lavoro eccezionale, espressivo e sincero, che pubblicheranno i ragazzi di Beccogiallo, editore coraggiosissimo che tutti dovreste conoscere, ed è bellissimo che io e Claudio abbiamo avuto nello stesso anno la possibilità di fare un lavoro che ci ha soddisfatti interiormente, e che ci ha lasciati liberi stilisticamente come quando avevamo 16 anni, solo con la forza di un pò più d’esperienza.


Italia-Francia parte5

Tariffe:
Vabbè, lasciamo perdere…