Archivio per giugno, 2006

Altra Storia Altro Profilo

Dopo la sequenza di disegni Cabaret fatti nei giorni scorsi, Cecilia ha fatto questa bella foto ispirandosi al primo:







Così ho chiuso il cerchio facendo un disegno ispirato alla foto ispirata dal mio disegno:



Annunci


The Wall

Ieri sera siamo stati nella nuova casa di Cristina e Francesca, abbiamo festeggiato il compleanno della seconda, ci siamo mangiati due torte incredibili e abbiamo imbrattato completamente un muro, anzi due, anzi quattro. In pratica, al centro del salone, si innalza solenne questa inutile parete a L, che in questi giorni dovrà essere abbattuta, da qui l’idea contagiosa di riempirla di disegni.

Specifico solo che in linea di massima i disegni erano MOLTO grandi eheh.



TreQuarti di Donna Nobile ma Maliziosa

Continua la serie dei regali, questo è nuovo di zecca, fatto ad hoc per Francesca. Ma stavolta mi sono rotto e mi sono promesso di farne uno per me, almeno spero…
Inoltre continuo a vendere roba su Ebay, qui, ma sto cercando di aprire, fra una cosa e l’altra, uno spazio apposito per gestire gli originali.






Profilo di Donna senza Cappello

Quanti profili avrò disegnato e regalato durante le fiere? Parecchi. Il bello è che non posseggo un solo maledetto profilo di donna degno di essere tenuto nella sezione "disegni decenti".

Ne posto uno di cui vado particolarmente fiero, ovviamente fatto apposta per qualcun’altro, ma con un pò di tempo in più di una situazione affollata. E’ un curioso ibrido fra la vecchia serie di profili e il nuovo segno grafico dovuto al lavoro per gli Humano.


Foolys in Vendita

Ho iniziato a vendere qualcosina su Ebay, in realtà ho intenzione di aprire direttamente una paginetta online che raccolga tutte le tavole che riterrò opportune per lo scopo. Nel frattempo, queste sono le due illustrazioni in vendita QUI.
Lo scopo, più che avidità fine a sè stessa, è quello invece di controbilanciare (almeno un pochino) le mie spese in tavole originali altrui; nell’ultimo periodo non sono riuscito a fermarmi…Dickens, Toth, Bachalo…AIUTO!


Montalbano e Dintorni…

Curato da alcuni cari amici, è uscito qualche tempo fa ma è doveroso segnalare questo libro. Tutti gli appassionati del personaggio, sia che sia la versione cartacea che quella televisiva, non possono esimersi dallo sfogliare e magari acquistare questa deliziosa guida.







Anni fa lavorai per un certo periodo presso l’agenzia Im*Media, e neanche per poco, passai quasi tre anni fra quelle mura intrise di brioscine con gocce di cioccolata, odore proveniente dallo Spinnato al piano di sotto. In effetti non ci penso spessissimo, ma è stato un periodo curioso, facevo un lavoro che mai avrei pensato, ma che mi metteva a stretto contatto coi computer, ho imparato un mucchio di cose, sperimentando soprattutto con Photoshop, roba che poi ho riutilizzato iniziando a colorare per Monster Allergy, soprattutto riguardo le sperimentazioni sulle mie funanboliche tecniche di salvataggio compresso. Per loro aiutai a realizzare due dei tre cd-rom che fecero proprio sul Commissario di Vigata, mi occupavo principalmente dei colori, e l’artefice della mia introduzione in agenzia fu il buon Luigi Ricca, grandissimo disegnatore, che realizzò tutte le matite della monumentale opera.



 



Conobbi un mucchio di gente, ma ammetto che adesso mi sento solo con un paio di loro, poco dopo, infatti, iniziai a lavorare per Piccoli Brividi e la mia testa fu occupata a coordinare una marea di materiale.
Ma i ricordi migliori forse sono incentrati sulla prima parte della giornata, mi alzavo molto presto, prendevo la bici ed arrivavo in ufficio alle 7:30 circa, quando ancora non c’era nessuno, aprivo con le chiavi, staccavo l’allarme col codice segreto, accendevo il "mio" Mac e iniziavo a lavorare, godendomi fra l’altro una connessione veloce quando ancora non era così diffusa. Poi arrivava Dario, mattiniero come me, anche lui in bicicletta, e poco a poco l’ufficio si riempiva di gente. Di estate c’era un caldo terrificante, solo l’ultimo anno ho avuto la fortuna di godermi un pò di condizionatore, ma i due anni precedenti furono davvero l’inferno sulla terra, tetto basso, rivestimento esterno in ferro, si può vagamente immaginare come si stava là dentro…